1. Nocturne Est Le Soleil - Ultima parte


    Data: 11/10/2017, Categorie: Orge, Autore: PAN23, Fonte: Annunci69

    paneros.splinder.com Le ante scorrevoli della porta, nel mentre, vengono fatte aprire lentamente, dall'interno. E colui che nel mezzo vi si trova appoggiato, privato via via del sostegno, scivola pian piano giù, mentre la schiena gli viene sostenuta da una forza occulta che ne accompagna in modo dolce la discesa. Quel corpo si ritrova infine disteso a terra, le gambe e le scarpe di vernice nera si congiungono sporgendo fuori dall'uscio ora semiaperto. La forza occulta, costituita da quattro leggiadre braccia, trascina il corpo dall'esterno verso l'interno. Le gambe e le scarpe strisciano sulla moquette, come fossero trascinate da una pantera acquattata che trascini via la preda nell'oscurità della tana, finché non scompaiono nella penombra di una stanza appena intravedibile. Le ante vengono richiuse, in sordina come in sordina si sono aperte. Il Signor Kia si sente sprofondare sempre più in uno stato di delirio sognante; non riesce a realizzare dove si trova, fa fatica a muovere le membra del corpo. Perché ha la sensazione di stare sdraiato quando dovrebbe trovarsi in piedi? Chi gli ha tolto il cappello dalla mano? Cos'è quella sensazione come di palmi di mani che gli carezzano il volto, sembrano armeggiare per togliergli di dosso il trench? Di chi sono quelle mani, se di mani si tratta? Forse, forse è un segnale... È il Confine del Mondo, sì certo, dev'essere proprio lui, o qualche suo emissario. Lo sta chiamando, lo sta portando oltre. È lui che è venuto a cercarlo, ora ...
    non avrà più bisogno di partire per recarsi fino alle Colonne d'Ercole. Ma perché lo sta toccando, accarezzando così, quell'essere tentacolare dalle molteplici mani? Che il Confine del Mondo sia forse un po' gay? Che continui a prendersi gioco di lui, come ha sempre fatto con tutti, come è sempre solito fare? Una risata sembra risuonare, ovattata e lontana. Sì, vuol sicuramente prendersi gioco di lui. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Maledetto! E se fosse solo uno strano sogno? Ma quando è iniziato? Non si è dunque recato dal fratello, sta solo sognando? O che sia ancora il preludio, l'approssimarsi della fine, finalmente? Il suo corpo arranca in uno stato di semiparalisi, è esausto, lo avverte e non lo avverte. E se invece fosse Zos che volesse di nuovo parlargli attraverso il sogno, manifestarsi attraverso il di lui Corpo, attraverso quello stato di sofferenza agonica? Ancora lui, ancora quel rompiscatole? La risata continua. Oh no, quella risata... forse è proprio Zos che si sta avvicinando, che vuol far scempio del mio corpo, che vuol fare di me il suo zimbello, vendicarsi. è già su di me; le sento, orrore! le sento, le sue zotiche mani – pensa il Signor Kia. Ricordarsi, forse di qualcosa; sì, ma di che cosa? Cosa avrebbe dovuto ricordarsi? Di certo è solo un sogno, tutto un brutto sogno. Sì, un sogno. Una vampa di aria africana aleggia sopra il suo corpo, savane di torride solitudini e tropicali lussurie incombono su di lui, mentre delle mani lo stanno spogliando un ...
«1234...13»