1. nonno bastardo


    Data: 11/10/2017, Categorie: Incesti, Dominazione, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Claudio aveva perso tutto, l’azienda che aveva tirato su con tanta fatica, la casa, la moglie.Tutto per il suo vizio del gioco, quel maledetto vizio che lo aveva portato alla rovina.La moglie, Fabiana, lo aveva lasciato appena avuto il sentore che la loro vita stesse per cambiare definitivamente. Era scomparsa dietro un uomo d’affari tunisino, attratta dal suo fisico e dai suoi soldi, aveva lasciato l’Italia con un biglietto adagiato sul comò, Claudio si era sobbarcato delle spese legali per il divorzio e l’affidamento di Lucia.Lucia è la figlia di Claudio e Fabiana, ha compiuto 19 anni quattro mesi fa, frequenta il quarto anno del liceo scientifico e vorrebbe frequentare la facoltà di scienze naturali, è ingenua, senza nessuna esperienza del mondo, cresciuta dalla madre in una campana di vetro.Claudio è stato costretto a chiedere aiuto al padre, Fernando, un burbero sessantenne che si gode la pensione in un paesino dell’Umbria. Fernando, al contrario del figlio, è riuscito a far fruttare le sue conoscenze nel campo finanziario azzeccando qualche investimento e mettendo da parte un solido capitale con il quale si è guadagnato il rispetto ed i favori dell’intero paesino dove vive.Così Claudio si trasferisce in Umbria, la casa del padre è abbastanza grande per ospitare suo figlio e la nipote. Al loro arrivo Fernando li accoglie con un rimprovero :”una vita sprecata, ho fatto tanti sacrifici per niente, avevi tutto e lo hai perso per una cazzata di gioco”.Poi Fernando guarda la ...
    nipote, sono anni che non la vede, è minuta, magra, capelli neri tagliati a zero, una faccia bella con due labbra grandi e due occhi verdi enormi e vagamente orientali.“..e questa ragazzina, guarda come è magra, non sembra nemmeno una donna, ma la fai mangiare ?”.Claudio sta ingoiando la bile, suo padre è sempre stato uno stronzo ma questa è la sua ultima spiaggia, grazie alle sue conoscenze gli ha trovato un impiego manageriale in un azienda del posto, non può rispondergli per le rime, per cui abbozza un sorriso e risponde :”Lucia non ha niente che non va, è di costituzione esile ma sta bene, comunque grazie del tuo aiuto Papà, appena posso mi prendo un appartamento e leviamo il disturbo..”.“non fare lo stronzo..”, gli risponde il padre :”lo sai che sono qui da solo e un po’ di compagnia non mi fa male”. Poi prende il visino di Lucia tra le mani e lo alza verso di lui :”sei carina, tu mi darai una mano in casa, le cose da fare sono tante e sono sicuro che tu sarai brava”.Lucia annuisce, arrossisce, ha un carattere timido ed è impaurita dai cambiamenti, il padre l’ha segnata al liceo del paese, domani dovrà affrontare l’ignoto di un'altra scuola con altri compagni.A 19 anni Lucia non ha lasciato molti amici, un’amica del cuore che viveva nel loro stesso palazzo ed un amico di banco che era segretamente innamorato di lei. Non ha mai fatto sesso Lucia, né mai baciato un ragazzo, chiusa dietro la sua timidezza, nascosta dietro i suoi capelli corti ed i suoi abiti sbrindellati.Le ...
«1234...7»