1. Olivia e lo yacht


    Data: 11/10/2017, Categorie: Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Mi chiamo Bruno, ho 23 anni e sono nato in una famiglia molto benestante, mio padre è un commerciante di gioielli ed è riuscito ad ottenere un patrimonio tale da far vivere me, mia sorella e mia madre nel lusso... io ho cercato di non adagiarmi negli allori, e ho fatto del mio meglio per aiutare mio padre a mandare avanti l'attivitá.Ma i lettori non sono di certo qui per sentire la storia della mia vita, giusto? Ebbene, dovete sapere che ho un'amica che conosco da tanti anni, alla quale sono molto legato, e che, manco a dirlo, mi attira e mi fa arrapare come un cocainomane in astinenza davanti ad un bel mucchio di polvere bianca.Lei si chiama Olivia, 22 anni, di media altezza, occhi castani, capelli biondi, corti (anche se non troppo) e lisci, ha un culo stupendo e delle tette meravigliose che lei riesce sempre a far risaltare, seppur non siano particolarmente grosse (avrà una seconda piena, massimo terza)... ed ha un viso delizioso, che ha il pregio di essere bello ma senza essere anonimo, non come i visi delle modelle che appaiono sui giornali di moda.Di carattere è una ragazza molto normale, ma senza per questo essere noiosa o poco interessante, al contrario è molto allegra e dolce di carattere, quindi anche da questo punto di vista posso dire che mi piace molto.In poche parole, è davvero bellissima... e sono anni che vorrei farla mia, ma purtroppo non sono mai stato un campione quando si tratta di ragazze.Durante questa estate, con i profitti guadagnati durante gli ultimi ...
    saldi, avevo pensato di affittare uno yacht per un bel festone con i miei amici più intimi... ed è dire tanto, considerando che quando sei ricco c'è sempre il rischio di ritrovarti con dei finti amici che vogliono solo approfittare di te, ma per fortuna ero riuscito a trovarmi una compagnia di amici molto fidata, e, ancor più fortunatamente, Olivia era tra quelli.Per diffondere la notizia dell'imminente festa, ho iniziato a scrivere a tutti i miei amici per avvertirli, ed ovviamente tra di loro c'era anche Olivia... il dialogo andò più o meno così:-"Lo sai che vorrei fare una bella festa su uno yacht? andrò ad affittarlo tra qualche giorno"-"Ma non mi dire! che bello! sarà sicuramente una bella festa"-"Ma certo... certo che a ben pensarci potrei addirittura osare un po' e fare un harem party... ahahaha" dissi io scherzando.-"ahaha, addirittura! vedremo se finiremo ad un harem party" replicò lei sempre scherzando (e a queste parole io mi ero già fatto dei viaggi mentali molto eccitanti, seppur riconosco che non avesse detto niente di così strano).-"Eggià... allora ci sentiamo!"-"Sisi, e chiamami quando avrai lo yacht!"Il giorno della festa avevo passato tutto il pomeriggio a sistemare la barca per la sera... un po' noioso è vero, ma la sera prima mi era venuta la brillante idea di chiamare la Olivia per offrirle di vedere "in anteprima" lo yacht, promettendole che avrebbe potuto prendere il sole sul ponte... e lei accettò contenta.Lei arrivò il mattino stesso, mentre io avevo ...
«1234»