1. Shopping


    Data: 12/10/2017, Categorie: Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Quando salimmo in casa, la moglie del mio collega di nome barbara ci stava aspettando. Lei aveva preparato un leggero aperitivo visto, l’orario. Cosi ebbi modo di stare con loro ed osservarla più da vicino. Lei indossava una leggera tutina da casa, molto attillata nelle gambe con una leggera scollatura in cui s’intravedevano i due splendidi seni … Nel frattempo si avvicinò l’ora di cena, cosi barbara chiese“Dai perché non ti fermi a cena? Ci farebbe piacere, sempre se non hai altri impegni ovviamente.”.“Si dai ”, il mio collega Marco ribatté.“Se per voi non è una scocciatura, ne approfitto volentieri!”“No dai, non è una scocciatura, volentieri, tu e marco siete molto amici e fa piacere anche a me la tua compagnia” e nel dire ciò mi fece un occhiolino.Questa cosa mi lasciò pensieroso!!Come mai mi ha fatto l’occhiolino? Ma poi questo pensiero mi passo subito e mi offrii volontario per apparecchiare e rendermi utile. Nel frattempo Marco si scusò e andò a fare una doccia durante la preparazione della cena.“Stai tranquillo Marco, ci pensiamo noi alla cena e aiuto la tua cara dolce compagna “.“Va bene, ma stai attento a non rifarti troppo gli occhi!!” e cosi dicendo.. facemmo una bella lunga risata tutti quanti. Cosi lui si avvio verso il bagno ed io andai in cucina con la Barbara. Era bellissima ed io sono sempre stato geloso di marco, che poteva avere una bellezza cosi, semplice ma che nello stesso tempo sprigiona una grande sensualità! Ne approfittai sempre di stare alle sue ...
    spalle, perché anche il suo fondo schiena parlava da solo. Ho sempre sognato di poterglielo toccare. E su questi pensieri quanti Sogni.. Desideri.. Nascosti.Quando stavamo apparecchiando tavola, il mio occhio cadde subito sul suo decolté, nel chinarsi vedevo i due seni.. ed avrei voluto che le mie mani e la mia bocca fosse li, nel toccarli, nel palparli e nel succhiarli.. Ero completamente imbambolato e laggiù, bhè, al pensiero cresceva!!! Lei intanto sta curando la tavola e la stava preparando con piatti, forchette e così via …Ad un certo punto si è fermata ed ho sentito“Davide.. ci sei?? Davide.”“Si scusami, e che.. e che.. mi ero incantato.. ”“Incantato vero? Adesso si dice cosi? Lo so io cosa stavi guardando tu monello!!!”“Ehm.. beccato!! Scusami!!! Non accadrà più,però.. sai sei una bella donna ed io amo guardare le belle donne!” Lo so è una frase da idiota, ma è l’unica cosa che mi era venuta in mente con un po’ di senso perché i miei pensieri erano ben altri!! E quelli di vederla distesa con me sopra!!!“Dai!! Non ti vergognare. E poi mi piace se un uomo mi osserva ancora, vuol dire che posso ancora piacere, no?”“Ma certo, sei una bella donna e Marco è fortunato ad averti. Avessi io la sua fortuna.”“Perché? Cosa faresti?”“Cosa farei? Bhè tante cose.. piccoli vizzi, allo shopping e poi non dimentichiamo le coccole…”“E dai!! Le coccole.. Di piuttosto ad una bella e sana scopata!!!”Rimasi di stucco nel sentirla parlare così!!Era sempre così garbata, gentile e sentirla così ...
«1234...7»