1. La splendida sposa (il prologo)


    Data: 12/10/2017, Categorie: Tradimenti, Autore: pegasoduo, Fonte: Annunci69

    Per anni come seconda occupazione ho lavorato nelle sale ricevimento della zona in cui abito. Prima come cameriere e poi come direttore di sala, mi sono imbattuto in molteplici spose e loro mariti. Giovani, anche troppo, adulti e in secondo e terzo letto, spose soggiogate dalle famiglie oppure grandi organizzatrici di eventi. Da noi e parlo di Bari ogni matrimonio è un evento che dura mesi di preparazione, una infinità di portate in tavola e una miriade di ospiti che riempiono le sale a dismisura. Elena mi aveva affascinato subito, bruna con occhi color smeraldo, sinuosa e con un bel seno era la star, la SPOSA. Pugliese DOC come il vino prodotto nel suo paese di origine sposava un giovane padovano, simpatico ma un po' "dolce" come diciamo dalle nostre parti. Allampanato e dedito solo agli scherzi con i suoi amici fece organizzare tutto alla sua dolce metà. Furono 2 mesi di riunioni intense, il menù, la disposizione dei tavoli, il programma dell'evento e il tovagliato. Fu questo particolare che mi fece più di tutto iniziare a pensare a lei non solo come alla SPOSA ma come femmina. In realtà seppure anch'io giovane e sempre propenso a far sentire a loro agio gli sposi, ho sempre mantenuto un distacco professionale con le coppie perché spesso dovevamo dire no alle loro richieste più astruse ma, lei...... Era l'inizio dell'estate e accompagnata da madre e futura suocera vennero a ...
    richiedere un tovagliato che si potesse abbinare al suo vestito. Mentre le due donne erano intente in magazzino ad abbinare il colore a quanto era disponibile lei mi chiese di assecondarla a delle sue richieste. Fiori che richiamassero il vestito, i diversi momenti della festa e per ultimo l'open bar finale e il ballo libero in piscina fino a tarda notte. Era troppo per me ma lei mi chiese di visionare una chiavetta USB dove aveva preparato tutto. Fu così che si affiancò a me dietro la scrivania e fui avvolto dal suo profumo e dalla vista del suo seno celato solo da un top nero estivo. Inizia a sudar freddo anche se era estate. Inserita la chiavetta nel PC scorremmo insieme la cartella "matrimonio". Vi erano delle sottocartelle: libricino messa; musica messa; musica sala; menù; lista invitati; programma festa; abito; varianti; lingerie. Aperto il programma vidi che aveva studiato tutto nei minimi particolari, ne parlammo e convenimmo che ne avremmo riparlato. Nel frattempo, ritornarono le donne e lei con fare deciso si spostò dal mio fianco avviandosi verso la poltrona di fronte alla scrivania, nel farlo un suo braccio poggiato al bracciolo della mia poltrona scivolò verso di me toccando il mio pube così da avvertire la mia eccitazione. Le donne avevano deciso il tovagliato e chiesero di andar via. Lei tornò verso di me, armeggiò al pc, tolse la chiavetta e ci salutammo. (Continua).
«1»