1. La cagna


    Data: 30/10/2017, Categorie: Sensazioni, Etero, Autoerotismo, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    È una prerogativa genetica quella delle cagne. Ce l’hanno scritto nel Dna. Diventano docili oggetti di sottomissione o padrone capaci di umiliare. Non basta essere porca, la cagna è qualcosa di più che una semplice zoccola. È l’essenza della puttana. Si nasce cagne. E si muore cagne. Elena è una cagna. Una cagna esibizionista.Si è alzata alle 10:00 questa mattina. Ha bevuto un caffé, ha acceso il pc e la sua webcam.I suoi ammiratori si sono affollati sul suo profilo, nickname: sexgodnessUno dopo l’altro hanno iniziato a digitare.„Ho già il cazzo duro appena compari, fammi godere“„Voglio vederti pisciare dea, fallo per me“„Squirta zoccola“Elena non risponde. Inizia a spogliarsi. Fa vedere le tette. Una quarta abbondante. Strizza i capezzoli scuri. Si accarezza il corpo. Si toglie il perizoma nero. E resta nuda.Inizia a muoversi danzando con le sue forme. Allarga le gambe, mostra la sua figa.Si siede sulla sedia e allarga le grandi labbra rosate. Lasciando vedere le onde sinuose delle labbra.Ci infila un dito. Poi due. Poi tre. Lascia ...
    intravedere il buco.Loro regalano monetine virtuali. Il trillo risuona nella stanza. Le piace.„Vai avanti dea, mettiti il cazzo finto nel culo“.E lei lo fa. Prende il dildo nero di gomma. Enorme. Lo lecca.Ci sputa sopra. Lo immerge in una tazza di yogurt e poi se lo infila dentro. Nel culo.Le fa male. Ma fa parte del gioco. Spinge di più. Nel buchino. Urla di dolore. E di piacere.Lo yogurt potrebbe essere sborra. La vorrebbe in quel momento. Vorrebbe berla. Fiotti caldi di uomini sconosciuti.Le piace leggere i commenti.Guarda il monitor:„Mmmhh … sto sborrando“„Quanto vuoi per uno show privato?“„Sei la migliore troia“„Sei proprio una … zoccola“„Vorrei essere io a mettertelo nel culo…“La sua figa si bagna sempre di più.Passa le ore della sua giornata così. Imbambolata davanti alla massa di sex-addicted come lei.Mentre guarda fiotti di sborra a lei dedicati.Uomini che sborrano sul tappeto voluto dalla moglie.Sulla scrivania dell'ufficio.Sul sedile della macchina.L’eccitazione continua e la voglia non passa mai.Anche ora.Chi c'è online?
«1»