1. Da cornuto a schiavo


    Data: 04/11/2017, Categorie: Cuckold, Orge, Dominazione, Trans, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Questo racconto è dedicato a Lucifero9 sperando d'aver soddisfatta la sua richiesta.C'è chi si trova cornuto senza neanche saperlo e chi, come me, ha compreso il suo destino nell'esatto memento in cui si è sposato.Perchè non potevo certo credere che mia moglie Adele mi avesse sposato per amore e non per interesse, lei così bella, giovane e desiderabile mentre io potrei non solo esser quasi suo padre, ma con una 'dotazione' pari a quella di un bambino.Va detto che lei cercò di farmi avere dei rapporti almeno soddisfacenti per entrambi, ma contro la natura c'è ben poco da fare, così Adele iniziò ad uscire sempre più spesso da sola, senza neanche nascondere con chi andasse.Dovendo partire per lavoro decisi di riempire la casa di web-cam per poterla vedere con altri uomini, e al mio ritorno ritrovai le memorie piene dei suoi rapporti. Mi masturbai a lungo davanti a quei video, scoprendo con un certo stupore che Adele non solo amava il sesso, ma che le piaceva esser trattata come un comune prostituta, concedendo le sue grazie spesso in modo brutale, quasi violento.Alla fine decisi d'affrontarla, le mostrai un video in cui era con un possente ragazzo di colore che l’aveva sodomizzata a lungo.“Non capisco cosa vuoi.” mi disse sprezzante “Sai che sei cornuto, e col tuo pipino non potrebbe essere altrimenti. Vuoi il divorzio ? Basta che mi paghi il disturbo per esser rimasta con te.”“No !” esclamai quasi piagnucolando “Ecco io vorrei vederti, dal vivo, insomma desidero esser ...
    presente.”“Come vuoi tu, domani sera faccio venire un amico.”La sera seguente a quella piccola discussione, iniziò la mia vita di cuckold, cominciai come semplice spettatore alle scopate di mia moglie, per poi passare a prepararla ai suoi amanti leccandole le intimità, sino a quando un ragazzo molto palestrato e autoritario non mi ordinò di prendergli in bocca il pene.Nonostante il mio ribrezzo feci quello che mi era stato imposto con la sola forza della mascolinità superiore, e succhiai quel pene degno di un uomo, mentre lui mi derideva dandomi della donnetta.Adele si toccava lasciva mentre io diventavo sempre più un bamboccio nelle sue mani, poi mi cacciò in un angolo prima di dare il via ad una cavalcata furibonda col suo amante davanti ai miei occhi meravigliati di tanto ardore.Lui venne sulla sua passera invitandomi subito dopo a segarmi fra le gambe di mia moglie, cosa che feci ben volentieri, schizzando il mio poco seme proprio sopra il suo.“Bravo il mio cornutello.” mi disse Adele (quasi) ridendo della mia quasi inesistente resistenza “Ora puliscimi, e fallo con la lingua.”M'inginocchiai davanti a lei e leccai il loro piacere, non comprendendo come potessi trovare piacevole bere lo sperma di un altro uomo, ma la mia erezione non poteva certo essere casuale, così fui di nuovo riempito d'insulti dai due amanti, che si baciavano con passione davanti a me.Qualche settimana dopo, Adele si prese la mia verginità anale.“Visto che non puoi godere col cazzo almeno lo fari col culo.” mi ...
«1234...8»