1. THE DIANNA ROSS DREM-07 parte settima: RECLUTAMENTO DAL SERGENTE DIANNA ROSS


    Data: 07/11/2017, Categorie: Dominazione, Trans, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    La produzione di Lyl ci disse che al montaggio finale ci avrebbero pensato loro e che avremmo ricevuto i dvd e i file del film alle nostre agenzie.Passammo un’ultima serata di baldoria ad L.A. andando a caccia di star da un locale all’altro. Dianna spese una fortuna in consumazioni e mance,ma tolto Tom Cruise in un bar di Hollywood non incrociammo nessuno. Mandy era stanca e si fece riportare in albergo. Io e Dianna finimmo la serata al bar del City Bell: lei finì ubriaca e dovetti farmi aiutare da un ragazzo gay che l’aveva riconosciuta per trascinarla in un taxi e poi scaricarla in albergo. Il ragazzo,Harry si chiamava,era eccitato all’idea di essere a fianco di un suo mito porno e mi chiese disperatamente di poter rimanere con noi. Io sentii allora il mio potere. “No, harry caro, la Signora è stanca e deve dormire,abbiamo girato una nuova puntata della serie Cops e deve riposare. Devi andartene!”“La serie Cops,oh è fantastico,mi è piaciuto da impazzire quel film. Una figata..”“Ecco..vedrai il seguito a breve. Seguici sul sito e non rimarrai deluso. Ma adesso vattene”“Dai,ancora un minuto..”“No. Vai!”“Ehi,ma tu chi sei???”“Io sono l’assistente di Dianna e la sua segretaria particolare. Quindi ho tutto il diritto di metterti alla porta.” E così feci,lo trascinai via da lì(era magro come un fringuello e forte quanto un moscerino)e lo buttai fuori. Tornai in camera e mi godetti il privilegio di spogliare la padrona,massaggiarle i piedi,farla addormentare con dolcezza.Tornati ...
    alla Comune di Dianna Ross le cose ripresero col solito tram-tram. Dianna era felice per i risultati raggiunti ed era raggiante,allegra,disponibile. Passava molto tempo in casa ma erano giorni speciali e piacevolissimi. La Padrona dormiva o mangiava in camera,stava alla tv, si faceva massaggiare il corpo e usciva solo per andare in piscina o mangiare fuori. Era tutta per me o almeno non vedevamo molte altre persone. Potevo godermi i suoi pasti rumorosi,le sue curregge potenti accompagnate da risate. Le docce rilassanti, i suoi pantaloni della tuta caldi e sudati che indossavo di nascosto per sentire il suo profumo addosso. Ogni tanto si faceva leccare il culo per rilassarsi o prima di dormire. Una sera,di rientro dalla piscina mi chiese di passarle l’agendina per far venire uno dei suoi boys per una scopata. Ma Andy era fuori, Jill era a girare un film e Marcus disse che poteva passare solo dopo la mezzanotte,era ad Atlanta. Dianna gettò l’agenda e mi guardò. Stavo massaggiando un piede e ogni tanto lo baciavo,roso dalla gelosia e invidioso di quello che avrebbe scopato con lei quella sera.“Più tardi proverò con Emess. Se mi va..”“Certo padrona,vuole che continui o che la prepari per la doccia?”“Finisci pure,dolcezza…anzi sai cosa ti dico? Fanculo questi boys iperimegnati,io ho te..perchè non approfittarne?”“Perché no?Padrona! abusi di me,la prego..”“Brava dolcezza. Ma ho voglia di qualcosa che mi ecciti un po’,perché non butti giù uno dei tuoi soggetti per film e lo svolgiamo ...
«123»