1. Piestivo Déjà Vu 3


    Data: 09/11/2017, Categorie: Feticismo, Autore: Manuto66, Fonte: EroticiRacconti

    Gabry sedeva comodamente sul grande divano dei suoi genitori, le gambe nude allungate su un morbido pouf posizionato davanti a lei, mentre consultava il suo tablet “Molto bene cugino!” disse ridendo “ vedo che hai messo il like su tutte le foto dei miei piedi che ho postato l’altro giorno! Ma ti sei veramente toccato con tutte? Che matto! A proposito come va li sotto?” lo interrogò alzando lo sguardo dallo schermo per osservarlo.“B-bene Gabry” ansimò “s-si con tutte le foto...” Era inginocchiato davanti al pouf, intento a masturbarsi con foga il pene duro avvolto nelle calze di nylon che Gabry aveva indossato il giorno prima, mentre leccava e baciava le morbide e odorose piante dei suoi piedi, era in quella posizione li ormai da più di mezzora e il suo membro era durissimo e vibrante, al limite della resistenza, tuttavia Gabry gli aveva dato precise istruzioni di non venire fino a quando non gli avesse dato il permesso e ogniqualvolta stava per scoppiare lo interrompeva per farlo poi riprendere. “cavoli!” disse lei ridendo “sei stato molto impegnato! Forza continua così! Stai reggendo bene! Ancora un po’ di pazienza!” La mattina era arrivato di buon’ora, quel giorno dovevano andare a prendere Francy in stazione, i suoi genitori erano partiti per un breve viaggio e avevavo acconsentito di buon grado ad ospitare per qualche giorno l’amica della cugina. Entrando in casa aveva subito avvertito l’aroma del caffè si diresse quindi verso la cucina dove trovò Gabry intenta a ...
    preparare la colazione, era vestita con una vestina da notte che lasciava scoperte le gambe, i capelli raccolti in una coda e calzava delle sensuali ciabattine rosa con un tacco di almeno dieci centimetri, ornate sul davanti da un batuffolo piumoso, a quella vista il suo pene manifestò una potente erezione e lui non aveva potuto fare a meno di gettarsi ai suoi piedi per baciarli appassionatamente. “Buongiorno cugino! vedo che le mie ciabattine hanno fatto subito effetto!” lo apostrofò lei sorridente mentre sollevava leggermente il piede per permettergli di adorare anche la pianta. “sei arrivato giusto in tempo! Questa mattina ho voluto prepararti una sorpresa! Una bella colazione! Sei contento?” “Si Gabry! Grazie! Sono affamato!” rispose lui riconoscente mentre si rialzava da terra. “Molto bene! Forza allora mettiamoci a tavola! Ti piace pane e marmellata? Si? Queste le ho preparate apposta per te!” e così dicendo gli indicò sorridendo un piatto dove erano state posate alcune fette di pane “E’ una ricetta speciale sai? Non vedi?” gli disse raggiante. Lui si avvicinò per osservarle meglio, sembravano diverse da quelle che stava mangiando Gabry, trasecolando vide infatti che nella mollica era impressa in modo evidente l’impronta del suo piede, non appena si rese conto di questo particolare il suo pene si indurì nuovamente e la cugina scoppiò a ridere vedendo la sua faccia stupita. “Esatto cugino! Dal momento che ti piace così tanto il sapore dei miei piedi mi è venuta questa idea ...
«123»