1. Giochi ad intreccio


    Data: 13/11/2017, Categorie: Esibizionismo, Autore: Freelove, Fonte: EroticiRacconti

    Ormai sono passati diversi giorni dalla mia visita alla scuola alternativa, ma il ricordo è ancora così....intenso che mi bagno per un nonnulla. Oggi mi sono svegliata così eccitata che per calmarmi ho dovuto fare una doccia lunghissima, peccato che poi mi sia venuta l'idea di masturbarmi con la doccetta, così, accovacciata sul piatto doccia ho diretto il getto alla massima velocità sul clitoride aspettando quell'orgasmo tanto atteso. Ecco, ripensando a questa mattina sono di nuovo eccitata..vorrei tanto un plug gioiello da indossare...guardo su internet le misure, le varie forme... In pausa andrò nel sexy shop vicino all'ufficio a comprarne uno, ho deciso! il telefono mi riporta alla realtà, Fabrizio vuole verificare dei conti, subito. Sovrappensiero vado da lui, i nostri rapporti sono tesi da quando ha scoperto che mi scopavo lui e pure suo figlio, mi desidera ma per come si è comportato ora lo lascerò all'asciutto. - dimmi, qual è il problema?- - il problema è che non riesco a smettere di pensare a te e questo mi fa fare delle grandissime panciate di cazzo duro, da stare male! Ho voglia di te Amelia, di scoparti, di goderti..... sono stato un cretino ad incazzarmi perché scopavi mio figlio, perdonami!!! - Mentre parla si è avvicinato a me, le sue mani mi cingono mentre la sua bocca preme contro l'incavo dei seni. -Fabrizio sei un cretino si!!! Non puoi permetterti nulla, non sono niente per te di conseguenza non puoi dirmi chi vedere ma soprattutto chi scopare, hai ...
    inteso??? ora però ho voglia del tuo cazzo...voglia di sentirmi piena...- Mi appoggio alla scrivania dando le spalle a Fabrizio, mi sollevo la gonna leggera lasciando a lui l'iniziativa. Fulmineo si alza per chiudere la porta a chiave e appena torna da me affonda la faccia tra le mie natiche. La sua lingua è sempre abile, mi penetra, mi lustra, lo sento succhiarmi il clitoride con forza mentre il rumore della cerniera dei pantaloni rompe quel silenzio. Velocissimo sostituisce la lingua col cazzo, quel cazzo così....grosso da farmelo temere ogni volta, ma che oggi entra agevolmente nella mia fica eccitatissima. Mi sbatte con una certa violenza mentre con una mano mi tira i capelli indietro... Sento la cappella fino in cima, cerco di non urlare, ma è difficile.... I colpi aumentano d'intensità - oh Amelia quanto mi sei mancata!!! Ti voglio riempire, voglio farti godere come una porca!- mi afferra i fianchi accelerando i movimenti. L'orgasmo giunge con forza godo con la mano di Fabrizio che mi tappa la bocca mentre mi dimeno come una matta sotto i suoi colpi. Fabrizio stranamente non si fa attendere e gode. Il suo sperma esce a fiotti così intensi da percepirli ugualmente, è tantissimo e lo sento colare sulle cosce. Prima di togliersi Fabrizio apre un cassetto, afferra un oggetto che non vedo e dice - Amelia ti ho comprato un regalino, voglio che ti rimanga dentro la mia sborra, che passi la giornata sentendo il mio piacere dentro di te...magari stasera potremmo rivederci ...
«1234»