1. Tutto, tranne te


    Data: 15/11/2017, Categorie: Etero, Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Questo racconto non parlerà di sesso fine a se stesso, non troverete le scopate animalesche che contraddistinguono la totalità dei racconti su questo sito, inclusi i miei.Ergo, siete ancora in tempo per puntare il cursore sull'iconcina "indietro" e cambiare storia.Perchè l'ho scritto? Non saprei, forse perchè qualcuno, tempo addietro scrisse "scriva, scriva, vedrà come arriverà a vedersi intero...". L'intento, forse eccessivamente pedagogico, è quello di sviscerare questa inspiegabile fantasia e viverla nell'unico modo a me consentito: qui, scrivendo su questa pagina bianca.Sono una donna fottutatemente fortunata, ho tutto. Tutto ciò che una ragazza poco più che ventenne possa desiderare.Tutto, tranne te.Il perchè, da quel giorno, mi sia entrato in testa, senza dare minimo cenno di voler sparire, è ancora per me un'incognita. Hai quasi il triplo della mia età e non sei neanche quello che ritenevo essere "il mio tipo ideale di uomo". Eppure, basterebbe un tuo cenno per cedere completamente alla tua volontà, annullarmi per te e diventare qualunque cosa tu voglia, la tua donna, la tua amante o la tua puttana.Detesto il tuo atteggiamento, odio gli uomini silenzioni e freddi, sono abituata a ben altro, cagnolini scodinzolanti, rendersi ridicoli per ottenere l'agognato osso. Per questo ho sempre preferito la compagnia femminile ad uomini così poco attraenti. Per questo ti detesto ma ti adoro allo stesso tempo.Vedo pericolosamente la mia proverbiale indifferenza sgretolarsi, ...
    colpita e distrutta dall'atavico fascino di ciò che non posso avere.E' la vanità ferita a cercare vendetta? O è davvero un'infatuazione che va oltre ogni logica motivazione?Ti voglio, ti vuole ogni fibra del mio corpo, in ogni istante della mia giornata. Eppure resto qui, ferma in un limbo, immobilizzata dalla paura, ma col costante desiderio di muovere la prima pedina. Sono un'automobile col freno a mano tirato ma con l'acceleratore al massimo, e questa situazione mi logora.Basterebbe una tua reazione, chiara ed inequivocabile.Basterebbe prendere il coraggio a due mani e fare ciò che dev'esser fatto. E per questo basterebbe ritornare in possesso della mia sicurezza, dell'orgoglio di chi non ha mai ricevuto un no, che ha sempre avuto tutto, senza dover mai chiedere.Basterebbe davvero poco, se tutto ciò non fosse ostaggio della tua freddezza.Basterebbe smettere di essere irragionevolmente attratta da te.Prendere ciò che voglio. e contestualmente riprendere ciò che un tempo era mio, con la rabbia di chi, improvvisamente si sente nuda e priva della sua armatura, si sente insicura e vulnerabile, per colpa di un "semplice" uomo."E' un uomo, non ha nulla che razionalmente desideri, basta andarci a letto e tutto tornerà come prima. Con ogni probabilità non sarà neanche un granchè e lo dimenticherai nel giro di un paio d'ore".Ma so per certo che, nel momento stesso in cui la mia battaglia comincerà, nel momento stesso in cui tenterò di riaffermare il mio dominio, definitivamente le mie ...
«123»