1. Dall'andrologo


    Data: 16/11/2017, Categorie: Trio, Cuckold, Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Mi ero fatto convincere dal ginecologo di mia moglie ad andare dall'andrologo!Lui, che era anche un nostro amico, si diceva preoccupato per noi che dopo 2 anni di matrimonio non fossero arrivati figli, io dico invece che era solo preoccupato per se stesso e per i suoi guadagni.A me sembrava funzionare tutto alla perfezione: il lunedì partivo per lavoro e rientravo il venerdì, consumavo con mia moglie i normali rapporti di coniuge e durante la settimana di lavoro fuori casa ne combinavo di tutti i colori!“Dicono sia bravissimo!” mi diceva il dottore“ti ho prenotato la visita alle 19:00 così non hai scuse per il lavoro, portagli tutte le analisi che ti ho prescritto, il resto lo farai li da lui”"Sarà necessario? se ne accorgerà? mi dirà di smetterla?" ripetevo con paura e vergogna tra me mentre in macchina mi recavo dall'andrologo!Avevo un segreto con me mai condiviso con nessuno nascosto a tutti per tutti questi anni che sarebbe stato di sicuro svelato da un insignificante dottore specialista in testicoli, peni e prostate!Quando mi ritrovai di fronte a lui seduto alla scrivania, mentre guardava le analisi che gli avevo presentato e scorrevano le domande di rito, cercavo di scorgere nel suo sguardo i segni di una intimità che da li a poco avrebbero potuto mettermi in un imbarazzo totale."Bene! ora si abbassi i pantaloni e si stenda sul lettino!"...ecco ci siamo pensai tra me.Obbedii, ma al momento di sdraiarmi sul lettino mentre infilava i guanti in lattice, precisò: "si ...
    stenda supino"Cavolo! Mi aspettavo una posizione diversa, pensai tra me, allora non è necessario, forse il mio segreto resterà tale!Iniziò a tastare i testicoli e ripetendo in ogni posizione la distratta domanda: "fa male qui ..e qui?”Ero più rilassato e lo ero sempre di più ad ogni mio:"No, non fa male"Bussarono alla porta e l'angelo biondo che era fuori alla reception entrò senza indugio alcuno ed incurante della situazione e del mio evidente imbarazzo sottopose al dottore alcune domande a raffica le cui risposte venivano velocemente trascritte su un notes senza alcun commento o variazione di espressione della giovane assistente.Uscì come era entrata.Era davvero bella … ma cazzo un minimo di educazione e di rispetto ,no?Il dottore intanto aveva preso dall'armadietto un tubetto di quello simile al dentifricio ed aveva pronunciato la fatidica frase: "ora si rilassi"Cazzo non puoi farmi questo! pensi tra me. E' proprio a tradimento!Senza nemmeno avvertirmi con la sinistra afferrò le mie gambe, le sollevò e me le ripiegò all'indietro fino a trovarmi con il culo scoperto e ben in posizione, e con la destra affondò il dito dentro il mio ano!Contrassi i muscoli sfinterici al massimo per rendere la penetrazione più difficoltosa possibile! Per fortuna ho fatto il clistere, pensai tra me! Non sentii nulla!Il dottore indugiò alcuni secondi con il dito che rovistava il mio culo, poi lo estrasse e sfilando i guanti si diresse verso la scrivania. Finalmente potei rilassare i muscoli e ...
«1234...7»