1. Francesca e il suo Labrador


    Data: 17/11/2017, Categorie: Zoofilia, Autore: Stez, Fonte: EroticiRacconti

    Sono un ragazzo di 25 anni, ho una carissima amica che vive poco lontano da me, una ragazza veramente adorabile... bionda, occhi chiari, di bellissima presenza, che ama molto gli animali... ha sempre avuto ogni tipo di animale da compagnia, da i più classici (cane, gatto, pesce rosso) ai più esotici (petauri dello zucchero, tartarughe, furetti). Anche se la sua passione più grande (ovviamente) sono sempre stati i cani. Lei é una di quelle che se trovano un cane randagio, ferito o abbandonato lo raccolgono subito e se lo portano a casa. Ha un cuore grande ed é molto altruista, tutte qualità notevoli e molto positive che unite alla sua bellezza la rendono una ragazza veramente attraente e della quale fai tanta tanta fatica a non innamorarti... Tra tutte le razze di cani però lei (come chiunque del resto) ha la sua preferita: il Labrador. Un cane che da cucciolo é un batuffolino dolcissimo (quello usato per la pubblicità di una nota carta assorbete per intenderci), ma da più grandi tendono a diventare piuttosto rotondetti, dettaglio comunque che non rovina affatto la loro immagine agli occhi di Francesca, che si affeziona sempre e comunque. Fatto si é che una volta, una delle tantissime, sono invitato a casa sua. Era pomeriggio, saranno state le 14:00 massino 14:30. Io avevo appuntamento con lei per le 15:00 a casa sua. Non avevamo progetti per il poneriggio, avremmo improvvisato al momento sul da farsi. Fatto sta che io ho sempre avuto una fortissima attrazione per lei, sia ...
    fisica che psicologica, diciamo pure che ne sono sempre stato innamoracchiato abbastanza, così come spesso accade, sono arrivato con un largo anticipo. In imbarazzo ho subito pensato di fare 2 passi la intorno, lei abita in periferia, ma una periferia deliziosa, immersa nel verde dei prati e in una zona con scarsa densità abitativa, insomma ci sono poche case intorno. Così decido di gironzolare per l'isolato, in mezzo ai prati che danno sul davanti della proprietà, costeggiando un fossato con alberi e cespugli foltissimi e molto grandi. Dopo poco che cammino pensando ai fatti miei scorgo un movimento in un grosso cespuglio a circa 20m da me, e sento anche dei rumori, come di chi cerca di parlare a bassa voce per non essere scoperto. La voce apparentemente mi sembra familiare. Mi fermo, sto in assoluto silenzio e ascolto. Sento distintamente:" Dai Toby! Piano! Piano!!". La voce é terribilmente familiare.. Er quella di Francesca, era strana, era diversa dal solito come intonazione. Era come se fosse eccitata e al contempo un tantino spaventata. Capisco che sta parlando con il suo Labrador, mi avvicino piano. Aggirando il cespuglio (camminando sull'erba non ha sentito i miei passi) inizio a scorgere cosa stava avvenendo... vedo lei, bella da morire come sempre, con i suoi capelli biondi raccolti in una splendida coda di cavallo, messa a 4 zampe a piedi nudi, con i jeans calati fino alle ginocchia, come del resto le mutandine (erano verde chiaro con una vistosa macchia biancastra al ...
«123»