1. 138 - Paoletta, papi, Mirella e suo fratello


    Data: 23/11/2017, Categorie: Etero, Trio, Incesti, Orge, Saffico, Autoerotismo, Gay / Bisex, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    In attesa delle vacanze al mare ed essendo che papà Luigi nel frattempo era tornato al lavoro, Paoletta trascorreva le sue giornate, pigramente sdraiata sul divano, oppure sul letto, a leggere dei romantici libri di Harmony, sognando d’essere l’interprete donna di quei romanzi così mielosi e sdolcinati. In verità parecchio del suo tempo, lo occupava anche, al telefono con la sua amica-amante Mirella. Si raccontavano tutto ciò che facevano, qualsiasi cosa, compresi i momenti intimi dedicati quotidianamente alla scoperta del proprio corpo. Spesso, mentre erano in comunicazione tra di loro si toccavano, raccontando all’amica le sensazioni che provavano, fino ad arrivare a raggiungere entrambe l’agognato orgasmo. Esse si fermavano o acceleravano i movimenti delle dita, per riuscire ad arrivare assieme al raggiungimento dell’estremo piacere.Un sabato mattina, Paoletta telefonò per l’ennesima volta all’amica, Mirella le rispose dopo numerosi squilli. Si scusò con Paoletta per il ritardo nel risponderle, dicendo che stava riordinando l’armadio, ormai strabordante e che per fare spazio voleva eliminare un sacco di magliette divenute ormai troppo strette per via dell’aumento spropositato del suo seno. Paoletta, le chiese se le voleva buttare via e l’amica le rispose di sì…..“Ma sei matta??? Piuttosto dalle a me che magari mi vanno, io adoro le magliette attillate, quindi…..”“Ah si, hai ragione, scusa, non ci avevo pensato, ma guarda che sono tante, te le vieni a prendere? ““Si, se ...
    vuoi vengo a prendermele, però sono in autobus…”“Mmmmhhhh, aspetta, chiedo a mio fratello se mi accompagna in macchina, così, visto che è bello muscoloso, gli faccio portare su i sacchi pesanti …”“Ah! Tuo fratello? Ma non era in Inghilterra? ““Si in pratica è ancora lì, però adesso, dopo tre anni, finalmente è venuto a trascorrere le vacanze qui in Italia.”“Ah, ok, va bene, me lo ricordo che era un ragazzino, chissà come sarà diventato grande!???”“Paoletta, giuro che quando l’ho visto davanti alla porta di casa, non l’ho riconosciuto, va beh dai fra un paio d’ore lo vedi anche tu….”“Va bene a dopo allora, ciaoo”“Ok, ciao, ciao….”Paoletta, che era sola e che come al solito girava per casa mezza nuda, pensò bene di andarsi a farsi una doccia e quindi a vestirsi in modo decente. Mentre si lavava, pensava a Giorgio, il fratello di Mirella, l’aveva visto l’ultima volta, il giovane aveva appena quindici anni, se lo ricordava bruno di capelli con gli occhi scuri, con l’acne sul viso e la timidezza che non gli consentiva di guardare le ragazze negli occhi, poi era partito ed era andato in Inghilterra per studiare e aveva trovato ospitalità presso una famiglia inglese. Paoletta era curiosa di vedere questo grande cambiamento che Mirella gli aveva preannunciato al telefono.Verso le quattordici Paoletta vide arrivare a casa la mamma, dicendo che era venuta per prepararsi una valigetta e che doveva partire per i soliti motivi di lavoro. La giovane pensò che sua madre aveva quasi sicuramente ...
«1234...9»