1. La prima volta non si scorda mai !!


    Data: 24/11/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: Virgilio313, Fonte: Annunci69

    Era una ventilata serata di agosto quando una passerina passò e si rubò la mia verginità... ma cominciamo dall’ inizio. Avevo 17 anni e verso la metà di giugno avevo intrapreso una sorta di strana relazione con una ragazza conosciuta qualche tempo prima; sottolineo la stravaganza del nostro rapporto perché agli occhi di tutti eravamo semplicemente una coppia di amici molto affiatati di quelli che stanno sempre insieme mentre quando ci trovavamo da soli ci comportavamo come fidanzati anche se non arrivavamo mai a cose sessuali o spinte. Tecnicamente io e lei non stavamo insieme quindi un giorno di luglio venni a scoprire che si stava frequentando da poco con un altro ragazzo che intrigava molto, me la presi molto perché si son sentito preso in giro, però la sera stessa mi contattò e mi disse che non voleva assolutamente perdermi quindi le cose si erano ribaltate ora io ero il suo amante. L’ estate proseguiva inesorabilmente verso la fine e lei si divideva tra me e lui anche se tra di noi il massimo era qualche palpata mentre ci baciavamo. Arrivò agosto e lei partì per 2 settimane al mare, ci sentivamo ogni giorno e non vedevo l'ora di rivederla quando il 21 agosto mi chiamò e mi disse che i suoi avevano chiesto se andavo a passare l’ ultima settimana al mare con loro; io non ci pensai due volte e la mattina seguente ero già in macchina con mio zio per raggiungerla. Arrivai verso l’ora di pranzo e la trovai ad aspettarmi, l’abbracciai forte e quando ci staccammo mi guardò con ...
    uno sguardo che non avevo mai visto, un misto tra passione e paura, però non ci feci caso; mi portò a casa mi sistemai e andammo in spiaggia. La giornata proseguì normalmente soliti baci di nascosto alla sorella e alla famiglia e niente di che, quando stavo per andare a letto è venuta a darmi la buonanotte e mi bacia come non aveva mai fatto prima, un bacio appassionato, sentivo la sua lingua massaggiarmi dolcemente la mia mi spense la luce e se ne andò a letto senza dirmi una parola. La mattina seguente andammo in spiaggia, una giornata come tante altre apparte il fatto che ad un certo punto mentre si girava per cambiare posizione sull’ asciugamano mi sfiorò “Pericle” ( è così che chiamo il mio amico ;) ) mi guardò e sorrise, allora capii immediatamente come andava a finire quella settimana. Tornati a casa la sera ogni occasione era buona per toccarmi e farmelo rizzare ed io di certo non ero da meno, la massaggiavo copiosamente appena potevo e sentivo le mutandine bagnarsi sempre di più. La sera successiva andammo in spiaggia a guardare le stelle e mentre ci baciavamo cominciai a toccarla sempre più appassionatamente, gemeva e implorava di non fermarmi ed io non smisi finchè non venne, d’improvviso mi tirò fuori “Pericle” dai pantaloni e mi masturbò come nessuna mai aveva fatto prima infatti durai pochissimo perché ero super eccitato, in poco più di 5 min schizzai tutto il mio seme caldo sulla sua mano e per terra, 4 fiotti abbondanti non ero mai venuto così tanto; mi bacio ...
«12»