1. sottomesso e trasformato donna capitolo 4


    Data: 24/11/2017, Categorie: Trans, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    giorno dopo mi mandarono a casa ma mi avvisarono di presentarmi il venerdi prossimo alle 16,30,io infatti la settimana dopo ero a casa dal collegio in licenza e infatti cosi' feci,il venerdi successivo mi presentai da patrick mi aprirono uno dei due rumeni amico di patrick e mi accompagnarono in camera da letto. dopo due minuti comparve patrick,saluto' e mi disse “su non perdiamo tempo”mi fecero spogliare nudo mi diedero un perizoma usa e getta in carta e mi fecero sedere sulla sedia da estetista mi misero il seno in lattice mi misero un reggiseno rassodante e mi truccarono da vera troietta ma devo dire in modo perfetto.avevo almeno una terza di seno ero rosso dall'imbarazzo,poi mi fecero alzare e accomodare sul letto mi diede un paio di collant nere e impartii di indossarle e cosi feci,poi mi diedero un paio di leggings argentati li indossai e a quel punto mi preoccupai perche' non seppi che intenzioni avessero;poi una maglia lunga con cinturone e per finire un paio di stivaletti argentati.in serata mangiammo e poi mi caricarono in macchina e andammo ad una discoteca che era posizionata a milano in via giovanni da udine,parcheggiammo in fondo alla via che era piuttosto isolata e nelle mie continue proteste arrivammo all'entrata della discoteca, pagammo (mi offrirono loro l'entrata anche se avrei preferito che non me la pagassero) ed entrammo; erano due sale una liscio e una commerciale ci accomodammo all'inizio nella sala liscio a bere a me mi comprarono un long island e ...
    guardacaso chi incontrammo?il tipo che mi inculo' al misex fece due parole con me e i ragazzi e poi ando' ma a me nell'andare via mi fece l'occhiolino. poco dopo ci spostammo nella commerciale a ballare e mi raggiunse lui giancarlo l'uomo che mi inculo' al misex facemmo due parole, mi offrii' da bere prima pero' andai in bagno (immaginate l'imbarazzo ad entrare nei bagni delle donne ma ando' tutto liscio) e raggiunsi giancarlo che mi aveva prenotato un coca e havana. parlammo poi finito i cocktail mi invito' a fare due passi fuori, all'inizio non voletti poi la sua insistenza mi convinse. facemmo due passi parlando e raggiungemmo la sua macchina entrammo perche' faceva freddo e andammo avanti a parlare poi mi stancai e gli dissi”ora vado a raggiungere i ragazzi nella disco” lui”ma stai ancora un po qua'”io”no basta mi sono stufata”lui”va be' dai mi fai un pompino e poi vai”io “no no non sono qua' per fare pompini” lui lo tiro' fuori mi disse”dai guarda che bello aspetta solo te” io insistetti e non voletti poi lui mi spinse la testa giu e alla fine cedetti alle sue insistenze e lo imboccai.cercai di ciucciarlo il meglio possibile cosi prima viene prima me ne liberai in fondo l'uccello non mi dispiaceva neanche;mi piaceva cosi tanto che al momento che venii andavo avanti a leccargli l'asta vedendo il suo seme uscire dal cazzo poi alla fine ringrazio' e raggiunsi i ragazzi.i ragazzi si erano scatenati in pista ed io (che l'alcool cominciava a fare il suo effetto) mi scatenai anche ...
«1234»