1. zwinner


    Data: 24/11/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: kawa7, Fonte: Annunci69

    Spero che non ci sia qualche esperto in matematica o algebra....il titolo si riferisce a uno di quei tomi che detestavo all'età di 16 anni. A scuola non ero un genio, mi difendevo, ma in matematica non capivo nulla. A quel tempo i miei genitori mi fecero sostenere delle lezioni di sostegno per sopperire alla mie profonde lacune in tale materia. Dopo alcune ricerche infruttuose mia cugina , 10 anni più anziana di me, mi fece conoscere una sua amica che poteva aiutarmi. Un pomeriggio ci incontrammo a casa mia e pattuimmo orario e costo delle sue lezioni, fù in quella occasione che Sabrina mi chiese se al pomeriggio ero sempre a casa da solo. Lì per lì non colsi la sfumatura, d'altronde avevo nemmeno 16 anni, e non ci pensai. Infatti entrambi i miei genitori lavoravano e di conseguenza ero solo. Già alla prima lezione S. si presentò in una mise abbastanza strana, sia per l'orario sia per il lavoro che doveva fare....Alta circa 1.70 magra, ma con un seno che spesso le impediva di incrociare le braccia. La bocca sembrava quasi esploderle da quante labbra prominenti avesse, gli occhi azzurri, capelli castani lunghi, ma soprattutto un culo da panico! Bello, sodo, da far invidia ad una cubana. Preparai il tavolo di studio in sala mettendomi io in un lato e lei nell'altro. Subito lei cambia tutto giustificando che vuole vedere da vicino dove eventualmente commettevo errori. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Spesso sentivo il suo fiato dietro di me, vicino alle orecchie, sul collo ...
    e spesso questo non mi faceva pensare a sistemi, ma ..Fù per me l'inizio di incredibili seghe al pensiero di lei. Alla terza lezione decisi di provarci, ma non ci riuscì lei mi anticipò. Si presentò quel pomeriggio praticamente nuda, fuori un temporale incredibile le aveva bagnato la t-shirt bianca con le conseguenze che potete ben immaginare, la mini gonna in jeans era zuppa. Mi chiede se può indossare un accappatoio, le do il mio e iniziamo la lezione. Sapere che lei dietro di me ha solo un telo mi rendeva qualsiasi cosa impossibile, mi girai alzandomi e le tolsi tutto. Non disse niente, era quello che aspettava. Io inesperto la baciai, lei mi tirò subito fuori il cazzo. Lo toccò circa 2 minuti e venni, ma non era un problema a quel tempo l'erezione era continua. Iniziai un ditalino stupendo, apri le gambe per agevolarmi il movimento la troia, mentre con l'altra mano palpavo le tette più belle che io abbia mai visto e sentito. Non mi preoccupava il fatto di essere vergine, d'altronde con la media di un film porno al giorno mi ero fatto una cultura, la metto sul tavolo a gambe aperte e le lecco la figa ed il culo. Fantastico!!Non so quanto bravo ero a quel tempo, so di certo che mi bloccò perchè voleva scopare. La penetro con sicurezza anche se dentro di me ero tesissimo, la prima sensazione era quello di essermi pisciato addosso. Bagnatissima, calda, avvolgente. Come prima volta fù davvero soddisfacente e gratificante al massimo. Le venni sulla pancia a getto. Lei lo prese ...
«12»