1. Nel bagno Turco


    Data: 24/11/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: pipppero, Fonte: Annunci69

    Questo è il mio primo racconto, non sono mai stato tanto bravo a scrivere ma ho deciso di provare e raccogliere da voi i vostri giudizi. Un pomeriggio in cui ero stranamente libero da impegni ho deciso di provare ad andare in una sauna gay. In passato ero stato, all'estero, nella parte di sauna riservata agli uomini e avevo intuito che il livello di eccitazione era abbastanza alto, ma mai avrei immaginato di trovarmi in una situazione così eccitante come quella che sto per descrivere. La sauna si trova alla periferia della mia città, arrivato ho parcheggiato nel parcheggio antistante l'ingresso e ho notato che c'erano poche macchine, il primo pensiero è stato "se ci sono poche persone probabilmente farò solo una sauna....". Subito all’ingresso un ragazzo carino mi fa una tessera, mi consegna la chiave dell'armadietto, l'asciugamano, le ciabatte e mi indica lo spogliatoio. Lo spogliatoio è deserto, io mi svesto poi, messo l'asciugamano in vita e calzato le ciabatte, mi avvio verso la zona sauna. Il centro è piuttosto ampio con una bella piscina e una vasca idromassaggio, peccato non ci sia nessuno. Andando verso le docce vedo che anche la sauna è vuota, solo vicino alla porta d'ingresso del bagno Turco ci sono degli asciugamani appesi. Dopo la doccia inizio con una sauna, è veramente calda. Dopo un po’, tutto solo e sudato, decido di uscire. Faccio una doccia per cercare di smettere di sudare e decido di visitare il bagno Turco. Il bagno Turco è diviso in due stanze. Una più ...
    piccola con al centro una piccola vasca circolare su un piedistallo e posizionata proprio sotto il getto di vapore, la seconda molto più grande con una panca tutto attorno alla stanza e al centro una grande tavolo di pietra. Si vede poco, sia per il buio sia, come prevedibile, per il vapore. Nella stanza c’è solo un uomo, in piedi vicino alla porta di uscita, fermo con il corpo e con la mano si massaggia un bel cazzo ancora moscio. Io giro un po’ per le due stanze quando vedo che l’uomo si sdraia sul tavolo al centro della stanza, si posiziona per bene di schiena e continua a massaggiarsi il cazzo che piano piano sta prendendo consistenza. Mi sembra sia sulla cinquantina, con un fisico asciutto. Io continuo a gironzolare per vedere come evolve la situazione e nel mentre comincio anche io ad accarezzarmi. Mentre sono intento nel capire come comportarmi, entra un ragazzo giovane, abbastanza alto, fisico palestrato. Io ho continuo a gironzolare guardando un po’ l’uomo sdraiato sul tavolo e un po’ il bel ragazzo. Avvicinandomi noto che il ragazzo appena entrato ha un cazzo bello grande. Anche il ragazzo comincia a girare per la stanza e mentre cammina si tocca il cazzo guardando l'uomo sdraiato. Non si sta masturbando, se lo accarezza piano piano, si accarezza le palle per poi tornare a giocare con il cazzo. L’uomo sdraiato, che si accorto di essere al centro degli interessi del ragazzo, per attirare ancora di più l’attenzione si accarezzai con una mano il petto mentre con l’altra ...
«123»