1. incontri


    Data: 25/11/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: sedicisei, Fonte: Annunci69

    Finalmente.... finalmente dopo tante fantasie e tanti pensieri,quella sera avrei conosciuto qualcuno nel mondo reale dedito a quel fantastico gioco che è il sesso... con un pò più di fantasia;) dopo un primo contatto su msn c'era stato un fugace incontro presso un caffè a Napoli ,dove c'eravamo conosciuti e avevo capito di essere stato apprezzato da entrambi a dire la verità,non sapevo bene come sarebbe andato,e che cosa avrei dovuto dire in quel primo incontro Naturalmente ,provavo a pesare le parole sapendo che ognuna di esse sarebbe stata vivisezionata e soppesata,e che un equivoco avrebbe facilmente potuto chiudere li ,la nostra amicizia e poichè trovavo lei molto bella ,ci tenevo a fare una buna figura inoltre ,come sempre mi sarebbe piaciuto (il mio ego lo richiede sempre)avere e lasciare una buona valutazione di me a prescindere. Ma quella sera mi avevano invitato a casa e avremmo cenato insieme Portai con me una bottiglia di buon vino e dei profitteroles buonissimi acquistati presso una famosa pasticceria di Portici entrando in casa ,confesso che l'imbarazzo che mi aspettavo di provare sparì immediatamente Ci comportammo come vecchi amici ,parlando un pò di tutto e io subito solidarizzando con lui tramite il cemento dei maschi che è il Dio pallone(essendo entrambi di fede azzurrissima,così come anche lei,ma senza gli eccessi di noi maschietti). Cenammo e bevemmo un pochino,abbastanza da far abbassare ulteriormente i freni inibitori. Quindi,si iniziò ad intavolare ...
    il discorso sul sesso,le solite domande,da quanto tempo loro si erano lasciati dietro gli inutili freni ed avevano cominciato a giocare Quello che mi colpiva era la assoluta intesa dei due. Molto più di qualunque rapporto che io avessi precedentemente vissuto Una intesa che suscitava la mia invidia positiva Poi come ad un cenno lui si allontanò e vedendo che io non sapevo che fare lei mi si avvicinò dicendomi di non farmi troppi problemi Io la avevo desiderata dal primo momento e la mia cappella era già abbondantemente gonfia avendo io a più riprese scrutato nel suo generoso decolletè lei mi si era avvicinata e mi aveva toccato il cazzo da sopra i pantaloni e vedendomi fermo mi chiese se per caso ci avessi ripensato Io le risposi che invece non desideravo altro che scoparmela,dimenticandomi in quel momento di lui Andammo nella loro camera da letto...Roberto(lui) era scomparso anche dalla mia mente io e Anna cminciammo a baciarci intensamente e n un amen mi ritrovai su di lei la spoglia pian piano ,e lei mi aiutò a togliermi i vestiti ,quindi con voluttà iniziò a baciarmi la cappella era molto brava e delicata Improvvisamente mi chiese di chiudere gli occhi,cosa che feci e continuò a baciarmi ero eccitato ma quando mi accorsi che il mio corpo era baciato da due bocche iniziai a non capire più nulla era entrato Roberto il quale aveva preso il mio cazzo in mano mentre Anna mi baciava io fremevo,Roberto iniziò a salire e Anna tolse la bocca e iniziò a scendere mentre Roberto ...
«12»