1. sangue traditore... parte III


    Data: 27/11/2017, Categorie: Tradimenti, Autore: Rainhald, Fonte: Annunci69

    Viola stava per avere per la prima volta nella sua vita una sborrata in pieno volto. Alessandro era parecchio arrapato e non si conteneva più, piuttosto che aspettare che la ragazza finisse con la sua inesperienza il pompino aveva preso a fotterle la bocca tenendole la testa ferma e muovendo il bacino. Il ragazzo stava per esplodere quando lei riuscì a divincolarsi e gli chiese se poteva non innaffiarla al volto. Lui si fermò e la guardò irritato. Acconsentì ma a patto che gli facesse una spagnola. La ragazza non sapeva da dove iniziare e timidamente strizzò il cazzo di Alessandro tra le sue tette, poi cercò di prendere velocità ma alla fine rinunciò. Alessandro demoralizzato si costrinse a farsi una sega e la fece girare di spalle così da sborrarle sulla schiena mentre le tastava le tette. Se la guardava in faccia le veniva voglia di pestarla. Ma la vista di lei praticamente a pecora davanti a lui che ormai ragionava a stento fu troppo. Doveva penetrarla, non importava che fosse la vagina o altro ma lui doveva entrare dentro di lei. Le alzò la minigonna e quando lei cercò di opporsi le disse che l'avrebbero fatto anale. Lei si appoggiò all'auto e disse che non aveva idea di come si faceva ma lui la tranquillizzò, non avrebbe perso la verginità. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Alessandro iniziò a stimolarla piano prima con la mano, poi tra i gemiti timidi e impauriti di lei iniziò a fare pressione. Sperò di non trovare merda sul suo cazzo e per sicurezza si spogliò del ...
    tutto e mise i vestiti sui sedili davanti, quell'impedita era capace di tutto a quanto pareva. FInalmente Alessandro la penetrò. Non nella vagina ma la penetrò. Per lei fu strano. Doloroso ma piacevole, non aveva mai provato l'ano ma aveva ancora troppa paura per rilassarsi, ma dopotutto era solo questione di pochi secondi. Il ragazzo aveva solo poche spinte prima di venire. E così fu. Tutta la fatica di preparare il sesso anale fu vanificata nel giro di pochi secondi ma la sborrata di Alessandro fu lunga e continua. Un lungo flusso di sperma sparato ad alta velocità e a lunga distanza colò sul corpo di Viola dal culo al collo rischiando di prendere anche i capelli. Quell'umiliazione le fu risparmiata ma la ragazza non avrebbe mai dimenticato come la sua "prima volta" fosse stata insipida. Era davvero questo il sesso ? Aveva aspettato così tanto per così poco ? Alessandro sembrava così capace ma lei aveva goduto davvero poco... forse avrebbe dovuto dedicarsi al cazzo da più piccola così da non lasciarlo insoddisfatto. Mentre pensava queste cose Viola, Alessandro si sdraiò e la lasciò stare per qualche secondo, poi le disse di pulirlo. Lei gli fece notare che se si fosse mossa gli avrebbe impiastricciato gli interni della macchina di sperma. Alessandro sbuffò e prese i fazzoletti pulendosi e poi glieli lanciò. Viola era prossima alle lacrime, aveva dato il suo culo a un cretino che la maltrattava e che tradiva la sua ragazza, che guaio aveva fatto...Ora si sentiva in colpa. Ma ...
«123»