1. la nuova cameriera


    Data: 27/11/2017, Categorie: Tradimenti, Autore: solotre, Fonte: Annunci69

    Questa storia è accaduta qualche tempo fa. A casa mia due volte la settimana viene a dare un aiuto a mia moglie nelle faccende di casa una donna polacca. in quel periodo ebbe un incidente per cui dovette fermarsi per circa due mesi. Io subito mi adoperai per cercare una sostituzione, informandomi dal portiere del mio palazzo mi propose la sorella; dovetti convincere mia moglie in quanto non conoscendola e andando entrambi a lavoro non si fidava a lasciarla sola i casa dopo vari ragionamenti la convinsi dicendole che per le prime volte sarei rimasto io in casa per istruirla sul da farsi. La mattina bussò la porta alla 9.30 circa , io ancora in pigiama aprii e mi ritrovai di fronte una ragazza di 25 anni circa non molto alta, circa 1.65, capelli e occhi nero corvino con un bel seno all’in su e un culo a mandolino (cosa che preferisco nelle donne); aveva un pantalone nero aderente con su una camicetta abbastanza scollata, visto che era estate, dalla quale si intravedeva il bordo del reggiseno. si presentò, si chiamava Maria le ofrii un caffè e le spiegai i suoi compiti. Lei mi chiese dove si poteva cambiare e la feci accomodare in camera dei bambini, uscì con addosso solo un camice di cotone blu lungo fin su al ginocchio dal quale si intravedevano i segni di slip e reggiseno. A quel punto le dissi che se aveva bisogno di qualcosa mi avrebbe trovato nello studio visto che avevo del lavoro da sbrigare. ogni tanto mi affacciavo dalla porta dello studio per spiarla; quando si ...
    chinava a spolverare e pulire a terra lei si piegava a pecorina facendomi godere uno spettacolo incredibile. la cosa mi stava eccitando tantissimo, di fatti il mio cazzo era già durissimo, e dal pigiama si vedeva e come; senza vergogna oramai facevo di tutto per farmi vedere in quello stato penso che lei se ne fosse accorta in quanto lanciava degli sguardi diretti sul mio pacco. Stavo scoppiando allora avendo quasi finito l’orario pattuito e dovendo lei pulire ancora il bagno io l’avvisai che andavo a farmi una doccia. Apposta lasciai la porta semi aperta e mi lanciai sotto l’acqua fredda per calmarmi, ma avevo un bastone così duro che le palle mi facevano male dopo circa dieci minuti la sento chiamarmi io la invito ad entrare in quanto avevo finito ed ero in accappatoio sempre con il cazzo duro infatti a nulla era servita la sega che mi ero sparato sotto la doccia. Essendo il mio bagno stretto e lungo lei per passare mi dovette passare davanti ed inevitabilmente mi strusciò fu a quel punto che diedi una leggera spinta con il cazzo duro al suo culo lei si fermò un attimo poi facendo finta di niente passò. Non ragionavo piu approfittando del fatto che si era chinata rapidamente le alzo il camice e le prendo tutta la fica in mano cominciando un violento massaggio lei in un primo momento reagisce violentemente ma poi avendola praticamente bloccata nell’angolo ed essendo praticamente già fradicia si lasciò sgrillettare godendo come una troia e dicendomi che non aspettava altro dal ...
«12»