1. il prelato......


    Data: 29/11/2017, Categorie: Tradimenti, Autore: nikitoma, Fonte: Annunci69

    cio che sto per raccontare e una storia realmente accaduta.... sono sposata da 3 anni con un uomo di 10 anni più grande di me, tutti mi dicono che l'ho sposato per andare contro la mia famiglia, diciamo che le differenze tra noi non sono solo l'età, anche culturalmente siamo molto diversi, e poi lui ha un a ex moglie e due figli davvero ingombranti.... io ho 25 anni e ho avuto solo lui, sono un donnina bellina, non molto alta con un bel culetto e un 3 coppa D di seno, che diciamo cosi e il mio pezzo molto forte. Ho cambiato da poco lavoro passando da un inferno alla calma piatta più assoluta, passavo molto tempo al pc, erano gli albori delle chat, conosco tanta gente, ma lui , Sergio, mi intriga più di tutti, passiamo ore a scriverci, ho capito che e più grande di me ha 50 anni, ed è molto acculturato. Cominciamo a parlarci per telefono, ha una voce profonda e sensualissima, mi eccita molto e mi intriga la situazione. dopo diverse ore passate e telefono mi confessa di essere un uomo di chiesa, anche molto importante, per la sua provincia nelle marche, la cosa mi rallenta un po, ma nel contempo fa crescere la voglia in me, di tutta questa situazione ne gode mio marito, che scopo mattina, pranzo e sera, e soprattutto gli faccio godere alla grande il mio culo che lui ama alla follia. cmq lui si fa insistente per incontrarci, e dopo un po di titubanze accetto per un aperitivo -cena, perche lui si trova in zona. non e mia intenzioni finirci a letto, ma cmq gli do appuntamento in ...
    un bar vicino ad un hotel tranquillo, sento il fuoco dentro. sono le 7 e lui si presenta puntuale, e un uomo affascinante, non alto, fisico asciutto, si presenta con il collarino alla camicia, in perfetto stile ecclesiastico. parliamo un po, ho la fica in fiamme ho voglia di lui, la cosa e troppo trasgressiva, e mi ha preso dentro. lui e un po titubante ma lancio la pietra e lui raccoglie al volo, paghiamo e ci dirgiamo all'albergo che fortunatamente ha una camera, il receptionist ci guarda un po strano ma soprassiede. saliamo in camera, ci accomodiamo io sul letto lui sul divanetto, parliamo un altro po, poi gli dico che se continua a stare cosi lontano nn accade nulla.. lui si alza e si avvicina a me, noto chiaramente il rigonfiio nei pantaloni, mi alzo e ci baciamo, lui scivola con titubanza con le sue mani sul mio corpo, mi prende prima il culo e poi le tette, sono in estasi, sento il suo cazzo spingere sulla mia pancia. ci spogliamo ogiuno per conto suo, lui si gira e vedo un uccello assurdo, o meglio avendo vito solo quello di mio marito, questo e davvero strano, e abbastanza lungo, ma esageratamente largo, mi inginocchio davanti a lui e mi trovo davanti quell'oggetto davvero strano, sembra un grossa lattina lo prendo in bocca e mi rendo conto di quanto sia grosso, riesco a malapena a prendere la cappella, mi sforzo di fare un bel lavoro e sento che l'omino e gia in estasi, sento le prime gocce di liquido che mi arrivano in gola, e buono prendo le misure e lavoro bene, ...
«12»