1. IL CLUB DEGLI AMICI - (cap. IV di XVI)


    Data: 29/11/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: suntopless, Fonte: Annunci69

    Video, foto e racconti sul nostro blog personale: www.suntopless.blogspot.it Capitolo IV - LA NOSTRA VERA PRIMA VOLTA Finalmente era giunto il giorno del secondo appuntamento de Il Club degli Amici. Ci preparammo e giungemmo al locale per primi, tranne Maria, la nostra dipendente tuttofare, che per ovvie ragioni di lavoro era più che puntuale. Appena ci accorgemmo di essere soli decidemmo di uscire ed andare a fare un giro. Poco dopo notammo fuori il cancello della villa un paio di auto e riconobbi due coppie di soci del club. Affrettammo il passo ed entrammo nuovamente. Li trovammo mentre scambiavano qualche parola dentro lo spogliatoio. Ci spogliammo anche noi. Non era facile, soprattutto per Yoko, spogliarsi lì davanti ad estranei. Sì, la volta precedente si era spogliata davanti a tutti, ma c’era un’altra atmosfera. Adesso sembrava tutto diverso. Nudi entrammo anche noi nel salone. Giunsero altre coppie, tutte abbastanza puntuali. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Con Yoko decidemmo di separarci, altrimenti avremmo corso il rischio di non combinare niente anche questa volta. Vidi poco distante da me due donne che stavano condividendo con la bocca lo stesso medesimo cazzo. Mi avvicinai, chiesi permesso ed immediatamente una delle due ragazze, Sabrina, interruppe quel che stava facendo e si avventò sul mio cazzo. Lo lavorò piano dapprima, dall’esterno, con la lingua e poi lo ingoiò tutto in bocca. Mi stava facendo un pompino meraviglioso. Lento, dolce, con molta ...
    attenzione alle mie reazioni. Stavo godendo veramente tanto. Sia per il bel lavoro che stava facendo Sabrina, sia perché era il primo pompino che ricevevo da una donna, oltre Yoko. Che sensazioni piacevoli! Arrivai al punto che stavo scoppiando, non riuscivo più a trattenermi. Dissi a Sabrina di spostarsi perché stavo per venire e tentai di uscire il mio uccello dalla sua bocca, ma lei si agganciò più forte a me, tenendomi per le chiappe, alzò gli occhi, mi fece un veloce sguardo d’intesa e con la mano mi indicò il pollice, come per dire che era tutto a posto, che potevo andare tranquillamente. Le riempii la bocca. Sabrina si alzò lentamente, aprì piano le labbra, mi fece vedere tutto lo sperma che le avevo donato ed inghiottì tutto in un solo boccone. Un breve schiocco di lingua e mi disse “Uhm! Un buono sapore. Mi sa che ci incontreremo spesso qui in giro al club!” “Volentieri!” le risposi e ci salutammo. Mi voltai per dirigermi altrove e mi sentii chiamare. “John! Ti è piaciuto il pompino di mia moglie, vero?” era Antonio, il marito di Sabrina, che mentre stava inculando una donna aveva assistito a tutta la scena. Proseguì “Sabrina fa dei pompini fantastici, da vera professionista!”. Non dissi nulla, annuii soltanto, un po’ imbarazzato. “Piuttosto, tua moglie Yoko dov’è? Non l’ho ancora vista! L’altra volta mi ha arrapato tantissimo e se posso stasera le voglio ciucciare quelle belle tette che ha e poi me la voglio scopare selvaggiamente. Credo che le piacerà la mia rozzezza!” mi ...
«1234»