1. La trappola


    Data: 01/12/2017, Categorie: Orge, Autore: Bea, Fonte: EroticiRacconti

    Mi chiamo Alessia ho 42 anni, sono una donna formosa con un gran bel seno florido e ancora sodo che amo mettere in mostra. Sono divorziata e la sera ogni tanto amo chattare su chat per single. In una di queste chat ho incontrato Emanuel, 40 anni, ingegnere ( così diceva)con il quale la conoscenza si è fatta sempre più intima fino alla decisione di incontrarsi. Ci diamo appuntamento in un parcheggio isolato al limitare della nostra città- Io avrò un vestito nero e lui un fiore nella mano sinistra. sono eccitata ...è tanto che non ho un appuntamento e mi preparo con cura...vestito attillato nero, tacchi, perizoma, reggiseno che esalta la mia sesta naturale e soda. Esco , salgo in macchina e arrivo sul posto. Ci sono varie auto e vari camion parcheggiati. Lui è li, in piedi, vicino alla sua auto, è alto bello ed elegante. ci salutiamo e subito mi accorgo che dai camion scendono vari uomini e si avvicinano...capsico che è una trappola e cerco di fuggire ma è troppo tardi. uno mi arriva da dietro, mi afferra per un braccio e mi trascina dietro il camion dove ci sono 6 uomini già col cazzo in mano...sono tutti prestanti ma nella confusione non riesco a distinguere i loro volti...un altro mi prende i polsi e me li lega...mentre l'uomo della chat...assiste alla scena ridendo . sono legata sopra un tavolo mi dimeno ma sono sola, legata contro 6... sento mani dappetutto...mi spogliano e comincio ad eccitarmi... due mi succhiano le tettone e due mi tengono ferme le gambe...me le ...
    spalancano con brutalità ed Emanuel, luomo della chat comincia a penetrarmi con una foga mai vista...io urlo ma il sesto mi tappa la bocca col suo cazzo...sono immobilizzata con uno che mi pompa la figa...due che mi tengono fermi...uno che mi tappa la bocca e due che mi tortutano i capezzoli...sono eccitata come una bestia e colo.... Emanuel mi viene dentro e lo sento contrarsi...all'improvviso mi slegano...sento afferrarmi ancora da dietro, immobilizzarmi le braccia e uno mi mette dei morsetti ai capezzoli...sussulto dal dolore misto al piacere...un altro mi trascina dal morsetto e mi fa salire sul camion..sul retro...mi fa mettere carponi e sento che da dietro un altro mi sta umidificando il buchino. Intanto uno mi si siede sotto e mi fa impalare con la figa sul suo cazzo mentre l altro continua a tirarmi i morsetti e mi fa urlare... Poi mentre meno me lo aspetto ecco che un terzo me lo infila con una tale violenza nel culo lubrificato che urlo ... A questo punto Emanuel mi tappa la bocca col suo cazzo che è tornato bello in tiro...ora sono piena...in bocca, figa e culo...e sento i capezzoli doloranti... mi sbattono talmente forte che rischio di perdere i sensi....sento l'esplosione dello sperma ovunque e ne sono inebriata... ora sono usciti e li vedo tutti attorno a me ancora con i cazzi in mano...ancora vogliosi...chiedo di riprendermi e pulirmi ...mi concedono pochi minuti e poi mi riportano sul tavolaccio di legno e ricominciano a rotazione...fino al mattino mi lasciano andare ...
«12»