1. Dovevo aiutare un amico idraulico, e son finito per scopare la cliente


    Data: 01/12/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: Dandi, Fonte: EroticiRacconti

    Ciao, son un ragazzo di 21 anni, e di mestiere lavoro in un ristorante. Un mio amico volendo fare un lavoro a nero mi chiesse una mano un giorno per cose elementari alla fine! Accettai e il giorno dopo ci presentiamo davanti casa di questa signora, apre la porta, e che signora! Bassetta di stattura, capelli rossi ricci, occhi verdi, avra avuto 38 anni ma ne dimostrava 25! Un culo perfetto che s'intravedeva dai legins, e delle tette nella media, sarà stata una terza abbondante ma che stavano su a meraviglia, dato che le sfoggiava meravigliosamente dalla canottiera! Ci saluta affettuosamente con un sorriso, sembrava la faccia di una che già sentiva odore di cazzo. Ci fa entrare e mentre inizia a spiegare il problema al mio amico mi son accorto dalle foto in giro per casa che era la mamma di una ragazza del paesino, che ha 17 anni, chr spesso veniva a mangiare col fidanzato al ristorante. Era sposata con il titolare di un negozio di borse, che per motivi di lavoro spesso era in Svizzera. Mentre il mio amico una volta torno in macchina a prendere i materiali, dato che io non ero pratico a riconoscerli, mi buttai sulla signora attaccando bottone, dicendo che riconoscevo sua figlia, veniva a mangiare da noi! Lei mi disse, "Beh, allora verro piu spesso anch'io se mi serve un bel giovanotto cosi!". Io diventai rosso, e le dissi che ero timido ogni tanto! il mio amico nel frattempo torno e iniziamo a smontare dei tubi, quando nel bel mezzo del lavoro, la meravigliosa signora venne ...
    da noi chiedendoci se io, visto che non ero del mestiere idraulico, potevo darle una mano con delle valigie pesanti sopra perché da sola non riusciva a sistemarle! Premetto che ste storie pensavo esistessero solo nei film! Fino a prova contraria. Salimo su in una camera dove c'era solo un divano, delle valigie e delle scatole sparse e io le chiessi, cosa dovevamo fare? Lei sorridendo mi disse solo di mettere le valigie una sopra l'altra su un angolo di questo stanzino! E mentre io iniziai a sistemarle, lei m'invito a sedermi sul divano per curiosare i miei tattuaggi. Mi missi seduto ed eravamo vicini, lei guardava i tattuaggi io le sue tette, mentre io mi tolsi la maglietta, per farle vedere quelli sulla schiena. Lei mi confesso di averne uno sul interno coscia che aveva fatto da giovane! Io con una battuta le dissi di farmela vedere, e lei senza timore si abbasso i leggins sorridendo e mi disse di non agitarmi! Era li davanti a me in perizoma, e non riusci a dire nient'altro che "Se mi chiedi di non agitarmi, mi chiedi troppo!" Con una scusa le chiesi se potevo toccare il tattoo, erano delle stelle e farfalle che andavano su per la patata quasi e le dissi sorridendo, "Dove portano queste stelle?" La sua risposta mi lascio capire bene come sarebbero andate le cose. "Vai e vedrai!" Sali piano con la mano fino al ultima stellina che era a 3 cm ormai dal perizoma e li con un dito le toccai il perzoma bagnatissimo! Lei senza aspettare nemmeno un attimo in più si tolse del tutto i ...
«12»