1. 086 - Alice impara tanti giochi per merito dei suoi fratelli gemelli


    Data: 02/12/2017, Categorie: Etero, Trio, Incesti, Orge, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Dopo quell’episodio, con Alice, non successe più nulla per qualche giorno, io ogni volta che la guardavo mi sentivo irrimediabilmente in colpa. Poi a farmi stare male ancora di più, erano i complimenti che la mamma e mio fratello mi facevano tutte le sere che rientravano a casa dopo la giornata di lavoro……..“Per fortuna che ci sei tu Loris, se no Alice chissà come farebbe………”Ad ogni apprezzamento, il mio pensiero andava ad Alice con in bocca il mio cazzo duro……“Figurati mamma, sono suo fratello, se non l’aiuto io……”Dopo quindici giorni, un pomeriggio, Alice si mise a letto per riposarsi, lei era molto stanca per i tanti esercizi di riabilitazione e anche per lo studio che la lasciava estenuata. Dover recuperare otto anni di scuola in poco tempo era una impresa colossale. Io le davo una mano, ma le basi erano quelle della quinta elementare e quindi le difficoltà si dimostravano a volte insormontabili.Già, non sapeva le tabelline, ma in compenso, io per aiutarla, gli avevo insegnato a fare bene un pompino con l’ingoio!!!!Dicevo, quel pomeriggio, mentre lei riposava, gli ormoni impazziti, mi comunicarono che era necessaria una bella sega, per calmare i miei bollenti spiriti e per rilassarmi. Mi avvicinai così alla mia libreria, spostai i libri di scuola esposti in bella mostra e tirai fuori una ventina di video porno, che erano lì nascosti, ne scelsi uno e poi, dopo averlo inserito nel dispositivo, mi sdraiai sulla poltrona in sala e abbassando il volume al minimo, aprii la ...
    patta dei pantaloni ed estrassi il cazzo, già mezzo barzotto.Sullo schermo una ragazza bionda, in ginocchio, adorava il poderoso cazzone di un giovane nero che stava di fronte a lei in piedi, l’uomo impugnava il cazzo alla base e lo usava come se fosse una clava schiaffeggiando il viso della ragazza.Guardai il mio cazzo e lo giudicai un gran bel pisellone, ma poi lo confrontai con quello del nero e mi parve che il mio fosse come un fuscello vicino a un tronco. Il viso della donna si spostava a destra e a sinistra ad ogni colpo di cazzo che riceveva.Io non sono un sadico e non mi piace dare dolore, ma il fatto di sottomettere una donna, è certamente uno dei miei sogni proibiti, che mi affascina moltissimo, mi stimola e che accende particolarmente i miei sensi.Avevo il cazzo durissimo ed ero molto concentrato, ora l’uomo aveva smesso di schiaffeggiare le guance paonazze della biondina e prendendola per i capelli la attirava verso il suo cazzo per farselo prendere in bocca………..“Cosa stai guardando???”Per un lunghissimo attimo non seppi cosa fare, mi mossi come un burattino disarticolato, avrei voluto spegnere il video, mettere nei pantaloni il mio pene, alzarmi dalla poltrona, rispondere alla sua domanda…… E invece non feci proprio niente, sorpreso e imbambolato, esterrefatto, balbettai…….“Ma, scusa, ma tu , ecco, non eri a letto, cioè come hai fatto ad alzarti? ……”“Con tutta la ginnastica che faccio se non riuscissi ancora a muovermi da sola………”“Si, ma, io stavo guardando un film…. ...
«1234...9»