1. Serata tra colleghi


    Data: 02/12/2017, Categorie: Tradimenti, Autore: fedeman_05, Fonte: Annunci69

    Questo racconto è frutto della mia fantasia. Giacomo, Mario, Stefano e Maurizio mi proposero una serata tra colleghi. Il programma della serata era quello di passare del tempo e fare gruppo in prossimità di un grosso progetto che sarebbe partito da lì a poco e avrebbe coinvolto massivamente tutti. Accettai un po’ di controvoglia ma per non fare il guastafeste e per non preparare nulla di cena non opposi resistenza. Il giovedì della settimana successiva ci demmo quindi appuntamento per le otto in un locale di Milano noto per gli aperitivi. Mia moglie era partita con un’amica per una settimana di relax alle terme e io mi arrangiavo cucinandomi qualcosa di veloce alla sera. Fui l’ultimo ad uscire dall’ufficio e passai prima in lavanderia a ritirare delle camicie pronte e poi mi fermai a recuperare in un supermercato deodorante e spazzolino nuovi. Arrivai all’aperitivo e con sorpresa notai che oltre ai colleghi erano presenti un paio di persone che non conoscevo. Erano state invitate anche alcune colleghe dell’ufficio amministrativo tra cui Luana con cui ebbi già in incontro ravvicinato qualche mese prima. Era tornata da una settimana ad Ibizia in compagnia di un’amica. Era abbronzatissima, vestiva con una camicia bianca e una gonna svolazzante rosa con dei sandali bianchi. La sua mise, oltre a mettere in mostra la sua abbronzature metteva in mostra le sue forme tondeggianti. I colleghi non persero occasione di fare battute e lanciare occhiate indiscrete. ...
    GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); L’aperitivo passava tra una bottiglia di vino bianco e una di vino rosso l’allegria aumentava. Fernanda e Donatella, le altre due colleghe di ufficio di Luana, ridevano con Mario e Giacomo facendo allusioni sempre più esplicite e provocatorie. Luana intanto faceva la sostenuta e rideva e scherzava con Stefano, Maurizio e la coppia di suoi amici. Io rimanevo un po’ in disparte e studiavo la situazione. Passata un’ora e mezza abbondante mentre Maurizio e gli amici ci salutarono e se ne andarono proposi di andare a mettere nello stomaco qualcosa e proposi un ristorane che conoscevo in zona. Accettarono tutti, una veloce telefonata al proprietario per annunciare il nostro arrivo ed eccoci a tavola. Cenammo allegramente e notai che Luana iniziò ad essere più gentile. Donatella e Fernanda invece erano ormai più che esplicite sulle loro intenzioni per la serata e Giacomo, Mario e Stefano erano dell’idea di assecondarle. Cercarono di isolarmi e di tirar dalla loro parte Luana per pareggiare “le presenze” la quale invece fece retromarcia. Finita la cena proposero di andare in un locale a fare quattro salti. A questo punto salutai tutti e declinai l’invito dicendo che sarei andato a casa e mi diressi verso l’auto. Mi arrivò un messaggio con scritto:”Sei uno stronzo. Ho rischiato di rimanere con quei cinque là”. Era Luana e le risposi che avrebbe potuto essere più gentile e carina e non antipatica come aveva fatto durante l’aperitivo e gran parte della cena. Arrivai alla ...
«1234»