1. Le seghe di mio fratello sulle mie mutandine


    Data: 03/12/2017, Categorie: Masturbazione, Autore: LightNight, Fonte: EroticiRacconti

    Ciao, Mi chiamo S. di Milano, e leggo ogni tanto forum di racconti erotici, ma quando leggo storie tra parenti e fratelli ne trovo di talmente assurde ed impossibili che mi viene su il nervoso, così ho deciso di scrivere la mia storia, vera questa volta, di me e mio fratello minore Luca, delle sue..'masturbazioni' nelle mie.. mutandine.. ma andiamo con ordine! Come ogni ragazza adolescente avrò cominciato a 'toccarmi' alle scuole medie, non ricordo più a che età ma ricordo che me l'aveva spiegata la prima volta mia cugina maggiore, in casa al mare, e ci avevo preso subito gusto da quell'estate stessa. La storia delle avventure di mia cugina e del nostro “autoerotismo” magari la scriverò più avanti che ora non c'entra, ma è divertente ed eccitante ugualmente Tornata a casa avevo imparato a toccarmi anche più volte al giorno, anche nei posti più diversi, a volte anche in bagno a scuola pensando al prof di musica che era giovane e piaceva a tutte le ragazzine della classe! A casa lo facevo a letto prima di dormire, ma anche appena sveglia se mi prendeva la voglia, ed in vasca da bagno col mio mitico doccino della vasca, vi lascio immaginare il piacere delle prime volte! E proprio col doccino caldo sparato lì penso di essere venuta la mia prima volta..che botta! Così negli anni ogni domenica mattina invece della doccia mi facevo il bagno, con giochi di doccino annessi (mi masturbavo insomma!). Verso la terza mia superiore, avrò avuto 16/17 anni, di sera quella volta, mi chiudo a ...
    chiave in bagno come sempre, attacco lo stereo, accendo la luce piccola tipo soffusa e riempio la vasca per lavarmi giocando col mio solito e fedele doccino.. rivolta come al solito verso la porta perchè la vasca era montata così. Essendo in 4 in casa, i miei e mio fratello Luca che ha 4 anni meno di me - quindi all'epoca era un bambino di 12 anni – non mi ero mai preoccupata di tappare il buco della serratura per non farmi spiare,, spiare da chi poi? Da mio papà.. o fratellino!? Appunto il fratellino.. con la luce forte accesa fuori e soffusa dentro per caso butto l'occhio sulla porta e lo vedo lì che mi spia e cerca di vederci meglio dal buco della serratura, proprio sul più bello che - gambe aperte, che figura! - stavo per venire.. mollo un urlo dallo spavento che mi ha sentito anche mia mamma dal piano giù e sento mio fratello scappare e chiudersi in camera.. Ero terrorizzata! “Ho rovinato il bambino, l'ho traumatizzato cazzo, sono una merda, non poteva vedere queste cose da così piccolo, potevo coprire il buco con un asciugamano..che troia che sono.. quante pare!!” Che poi avevo il terrore che lo andasse a raccontare ai miei cosa aveva visto e che quantomeno mi riempissero di parole se non di botte! Giuro che da quel giorno non mi sarò più masturbata per mesi dal senso di colpa.. a Luca per salvare l'apparenza la sera dopo gli feci una ramanzina che le cose da donne non si devono spiare mai..sennò lo dicevo al papà (di cui aveva sempre paura) e lui fece finta di niente ...
«1234»