1. L’orgasmo negato (Piccoli Master crescono)


    Data: 03/12/2017, Categorie: Dominazione, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    VENERDI’ NOTTENon sono stata capace di trovare la corda al supermercato... pazienza, proverò domani...Quel che mi pesa di più è il divieto assoluto di avere l’orgasmo... se non me lo avesse detto, forse non ci avrei nemmeno pensato, ma così... è il mio chiodo fisso....Non so come farò a resistere fino a lunedì... continuo a rileggere i suoi racconti... e quelli che ho scritto per lui.. e mi eccito... mi eccito... mi eccito....SABATO POMERIGGIOCi ho messo un po’ a trovare la corda, perché volevo che fosse di cotone.Alla fine opto per lo spago che serve a legare l’arrosto: è un po’ più piccolo come diametro, ma di vantaggio ha che è fatto di materiale naturale...Procedo nelle operazioni come indicato, avendo cura di fare su ogni nodo altri due nodi, così che aumenti il volume, altrimenti troppo sottile...Sono un poco maldestra, ma alla fine ci riesco e “la indosso”Il risultato è che la corda è un po’ più sottile e tende a tagliare la pelle, ma i nodi sono della giusta dimensione....La metto subito a contatto con la pelle e sopra indosso la biancheria. Il cotone della corda asciuga i miei umori..e le mucose diventano asciutte...e un po’ fa maleMa la sensazione di un contatto intimo e continuo con un materiale ruvido comincia a produrre l’effetto di sensibilizzare le parti interessate, che prima si asciugano, e poi, con il continuo sfregolìo, riprendono a secernere umori e sostanze liquide...Sia pur in modo meccanico... l’eccitazione sale, accompagnata da un prurito per ora ...
    sopportabile, che tiene desta a mia’attenzione verso le parti intime: certo, se l’intento era quello di far eccitare, tutto ciò non basta, perché dovrebbe essere accompagnato da...fantasie e pensieri adatti ( è la testa il miglio eccitante..)Boh... staremo a vedere..UN’ORA DOPOIl nodo in corrispondenza dell’ano va abbastanza bene, anche se “rosicchia” un poco la pelle.. e produce un leggero fastidio..Gli altri due, specialmente quello in corrispondenza del clitoride, non sono abbastanza grandi... toccano e sfregano la pelle in seguito ai miei movimenti.. e mi fanno desiderare di averci qualcosa di più grosso e di più.. “ingombrante”...DUE ORE DOPOMentre sto scrivendo sento la corda che comincia a fare il suo effetto... seduta mi dimeno sulla sedia, per sentire maggiormente i nodi sul davanti.. stringo le cosce per avere una sensazione di maggior “pienezza”.. e la mente comincia a vagare..al nostro dialogo di alcuni giorni fa..Mi ripeto le sue parole.. immagino la sua voce......“...dovresti anche poter immaginare il caldo duro e prepotente del mio cazzo che penetra lento tra le labbra vogliose della tua figa bagnata....che si schiudono piano lasciandolo entrare...”Ogni sua parola ha bagnato la mia figa di densi fluidi..Ritorna la sua voce:“...come una nave rompighiacci affonda guadagnando centimetro dopo centimetro nel tuo ventre...lo vorresti sentire entrare di colpo...tutto dentro...vero...rispondi puttana? “Contrazioni e gocce, sussulti e tremiti ....Lui insiste:“...vero? lo ...
«12»