1. Nora - Ancora tu?


    Data: 04/12/2017, Categorie: Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    È un bel pomeriggio di inizio primavera. Il sole è tiepido e il cielo è terso. Nora si ritrova in un giardino di un bed and breakfast, la festa di inaugurazione. Con un po’ di impegno è riuscita a recuperare qualcosa di quasi adatto all’occasione nel suo guardaroba fatto di jeans e t-shirt geek. Un pantalone a sigaretta leggero viola, una blusa in voile floreale sui toni blu e viola, manica a tre quarti, scollo imperiale che le evidenzia il seno e le scende morbida sui fianchi, una francesina blu con tacco. Si guarda riflessa nelle vetrate del b&b, un flute di spumante in mano; per una volta tanto non le dispiace quello che vede.Peccato che in questo periodo non sia per niente in vena di eventi mondani. La Francy ha dovuto insistere parecchio per portarla a questa inaugurazione – Sembrano tutti così trendyni e spocchiosi, non è proprio il mio ambiente… – e ora che si trovano là ha avuto la bella idea di fermarsi a parlare con una coppia di promessi sposi, la sposina sta monopolizzando la conversazione da dieci minuti con liste nozze, partecipazioni, Enzo Miccio e i dettagli inutili sull’etichetta da matrimonio. Gli sguardi di Nora e del futuro sposo sono alquanto simili… solo Francy sembra essere interessata – Beh, ma io almeno posso sganciarmi quando voglio! –“Francy ho visto un divano dentro, vado a riposare un po’ le gambe, queste scarpe sono un tormento”“Oh certo cara, ti raggiungo subito” Nora sa che quel subito potrebbe contare parecchi quarti d’ora e si dirige ...
    all’interno del salone. Il divano e vuoto e ha una visuale splendida sulla veranda e sul giardino. Osservare senza essere visti, l’attività preferita da Nora. – Mannaggia a me e agli occhiali che ho lasciato a casa, qui c’è parecchia umanità da osservare –I partecipanti sono suddivisi in gruppetti piccoli o medi. Nora osserva i tre che ha lasciato poco fa, il povero sposino sembra davvero sofferente, riesce quasi a scorgere il tedio anche senza gli occhiali. Poi ci sono delle anziane signore, sedute nell’unico angolino di sole del giardino, devono essere parenti dei proprietari, sono proprio carine con i loro tailler colorati in tonalità pastello, sembrano quattro ladies inglesi ad un cocktail party. Un gruppetto di ragazzi giovani, trentenni stanno in piedi vicino al tavolo del buffet. – Beh, guarda che bei culetti questi giovani, belle gambe lunghe, spalle larghe, devono essere sportivi – Nora osserva con attenzione i tre giovani, uno di loro è voltato verso di lei e quando lo sguardo di Nora arriva al viso le sembra la stia guardando – Ma, sta guardando me? Cavolo maledetta miopia… speriamo non si sia accorto che li stavo squadrando da capo a piedi – Nora volta immediatamente lo sguardo altrove, verso le vecchiette pastello, ma con la coda dell’occhio vede che il ragazzo sta lasciando il suo gruppetto e sta entrando nel salone. Sente i passi avvicinarsi ma non vuole voltarsi -Cazzo, che figura di merda Nora, sei sempre la solita… – Sente che il ragazzo si lascia andare ...
«1234»