1. Cosce umide


    Data: 04/12/2017, Categorie: Masturbazione, Autore: Silkypussy, Fonte: EroticiRacconti

    La mia prima volta avevo 6-7 anni: aspettavo di andare in bagno e iniziai a saltellare e strofinarmi su una sedia. Poi scoprii che una piccola pressione tra le gambe a pancia in giù sul letto mi lasciava stranamente tesa, ma in un modo piacevole. Pochi anni dopo sviluppai e iniziai a spendere ore del mio tempo a esplorare queste nuove tettone sode che mi erano cresciute dal nulla e sopratutto quella fighetta che iniziava a ricoprirsi di pelo e a mostrarsi nel suo osceno splendore. Labbra carnose, che imploravano morsi, un clitoride insolitamente esposto e grosso e quel buco. Caldo, bagnato. Iniziai a infilare dita, flaconi, spazzole, verdure: fantasticavo di essere in grado di leccarmi da sola e mi guardavo allo specchio mentre infilavo cetrioli dentro e fuori. Sognavo il cazzo, anche se vergine: sognavo di essere una bambola del sesso penetrata nel culo e con una figa dilatata all'estremo, mentre cazzi mi sborravano in faccia e la mia lingua leccava una fighetta simile alla mia, fino ad esserne bagnata. Mmm. Venni tremando la prima volta, dopo divenne un'abitudine giornaliera. Dalla mia prima spompinata ho avuto decine di uomini, alcuni mi hanno scopato solo nel culo per anni (e mi piaceva guardare come restasse aperto per ore dopo), con altri ho esplorato le gioie del fisting. Per anni mi sono spogliata su internet di fronte a sconosciuti, vestita come una troia e a cosce aperte, mentre guardavano la mia figa gocciolare implorante di essere toccata: venivo di fronte a loro, guardando i loro cazzi anonimi sborrare sullo schermo. Ora sono nel letto con il mio ragazzo che dorme...ho tanta voglia. Immagino mi stiate guardando mentre infilo questo flacone dentro...scivolare dentro e fuori luccicante...
«1»