1. Nel mare dei Caraibi


    Data: 04/12/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: FrankTheOne, Fonte: Annunci69

    Paloma viveva a Isle Nublar, un'isoletta al largo di Hispaniola, nell'arcipelago dei Caraibi. Suo nonno, capitano della marina di Spagna, aveva condotto numerose battaglie contro la pirateria caraibica, portando alla patria numerose vittorie. Grazie a ciò, era stato ricompensato appunto con l'isoletta che lui chiamò Nublar per festeggiare il passaggio della sua condizione sociale borghese a nobiliare. Aveva lasciato in eredità all'unico figlio Fernand l'isola e questi vi aveva costruito un palazzotto circondato da una cinta muraria, a qualche miglio dal villaggio principale dell'isola. Fernand in seguito convogliò a nozze con Carmen, madamigella di corte che aveva conosciuto in uno dei viaggi di Carmen con la corte nelle colonie. Detto ciò, possiamo tornare alla nostra Paloma. Questa era una ragazza di 19 anni compiuti, sveglia e piuttosto carina. Per darvi una maggiore idea di lei, si può dire che aveva un viso dolce con due perle azzurre ad illuminarlo, incorniciato da una nera chioma che le calava fino alla schiena, mentre il suo corpo era magro sebbene atletico. Atletico, sì, perchè Paloma frequentava numerose lezioni che i suoi genitori le imponevano per educarla alla nobiltà: dalle arti teoriche, come la letteratura, la filosofia e la matematica, all'apprendimento dei modi di corte e del linguaggio formale, ad appunto lezioni fisiche come equitazione e danza. La ragazza era tuttavia ricca di tempi liberi, che spesso trascorreva in paese, coi suoi coetanei popolani, ...
    a divertirsi ed esplorare l'isoletta. Era un caldo pomeriggio estivo, Paloma stava cavalcando con Artax, il suo cavallo, verso il paese. Le piaceva galoppare, sentire il vento tra i capelli e adorava il brivido della velocità; in pochi minuti era nella piazzetta del paese. Riconobbe un volto amico, era Alexandro, il figlio del falegname e suo amico d'infanzia; questi le si avvicinò fermando il cavallo. "Salve Principessina" disse scherzoso, porgendole la mano per aiutarla a scendere. "Salve signorino Alexandro, è bello vederla qui" rispose sogghignando lei. SI lasciò aiutare e giunta al suolo condusse Artax alla scuderia, dove lo legò. "Senti Paloma, mio padre mi ha dato una consegna da fare" dice Alexandro indicando il remo che regge nella spalla "Ti andrebbe di accompagnarmi al porto?". Paloma non era mai stata al porto, se fosse stato per i suoi genitori non sarebbe mai stata neppure al villaggio, ma comunque il posto le incuteva un po' di timore. "Sì dai, va bene" rispose alla fine. I due camminarono verso il porto, la passeggiata richiese un paio d'ore e quando giunsero era ormai tardo pomeriggio. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Il porto era un dedalo di vie intricate e strette, dagli odori pungenti misti alla salsedine del mare. Le case erano perlopiù palafitte che appoggiavano sul mare o sul canale ad esso collegato. "Stammi appresso, non vorrei che ci perdessimo" disse Alexandro. "Sicuro, stai tranquillo" Giunsero ad una piccola baracca sul canale; un uomo, ...
«1234»