1. Nik il Bagnino Nik il Bagnino Come tutte le mattine appena esco dalla cabina con il costume non vado subito in spiaggia, ma raggiungo il bar d


    Data: 05/12/2017, Categorie: Gay / Bisex, Autore: Mimi, Fonte: EroticiRacconti

    Come tutte le mattine appena esco dalla cabina con il costume non vado subito in spiaggia, ma raggiungo il bar dello chalet e mi sparo in bocca un bel cappuccino caldo e anche un cornetto alla crema. Distratto nel gustarmi il cappuccino e cornetto non mi accorgo che una manata mi palpa golosamente il mio culo e sento anche delle dite attraverso il tessuto del costume che premeva sull'ano. Mi giro e riconosco il frocione di Nik il bagnino. "Nik non rompere e togli quella mano, il culo tanto non te lo do! Brutto culattone!!!", dico un pò scocciato. "Ma Carlo, su non fare lo gnorri. una bottarella lo darei volentieri a sto bel culetto!!!", risponde lo stronzo. "Mo hai rotto... tutti giorni la stessa sinfonia, il culo a te non te lo do, anzi mi faccio inculare dai negri cazzuti pur di farti un dispetto, recchione!!", finisco a dire a brutto muso quello che io pensavo di lui, anche se non toglie ancora la mano e senza chiedere permesso infila un dito facendo urlare dal dolore. "Cazzo fai, frocione!!" Nik ride mentre sfila il dito e lo annusa. "Scusa, almeno fammi sentire se..? sei ancora vergine prima che te lo fai sfondare dai negracci!!" "La smetti brutto frocio, ai scocciato!!" "Sarà che sono frocio, ma tu intanto ti fai corteggiare e palpare, anche il dito ho infilato, chissà se domani ci metto pure il cazzo in quel bel culetto sano eeeeee.... porcellino!!!" "Non dire minchiate, stronzo. Non sono frocio e mi piace la fica capito!!" "Ho dei dubbi, non ti vedo mai con una ...
    femmina, e poi ti piace farti corteggiare da me!!" "Non rompere, sto in vacanza e voglio riposare e non a scopare sempre come fai tu con i maschietti, frocio!!" Cerco di tagliare corto su quel discorso. "Sarà.. però mai dire mai!?" "Ehi voi due la smettete di far casino nel mio bar!!!", dice Evaristo del tutto scocciato. "Stai zitto mona, e tieni questo bellimbusto a far qualcosa, ha già rotto il cazzo!" "Già, hai rotto il cazzo!!", finisce Nik. "No il cazzo avete rotto voi che tutte le mattine vi devo subire, ma proprio a me mi doveva capitare un bagnino recchione, un scassacazzo come cliente! Ehi tu brutto frocione vai alla spiaggia sennò ti licenzio!!", sbuffa incazzato. "Vai in mona!!", dico andandomene senza pagare la consumazione. "Si vai in mona!!", ripete Nik che va sulla spiaggia. "Si andate affarinculo tutte e due, anzi rompetevi il culo in spiaggia cosi non vi sento più a lamentarvi!!" Quelle parole hanno colpito al segno, ho trenta anni sono ancora vergine, non solo il culo, ma pure di cazzo, si vergine completamente, nella mia vita neanche una donna o uomo che sia abbia approfittato del mio corpo. Per dirla tutta; facevo seghe.. tante seghe, ho lavorato sodo dai anni 16 per aiutare mia madre vedova, schivo nel lavoro non ho mai fatto amicizie fino ai trenta anni. Ma un giorno morta mia madre mi ritrovo a pensare: ho trenta anni sprecati senza amici e donne. Ma il mio sbaglio era di non essere andato subito a puttane, invece di venire in questo posto del tutto ...
«1234...16»