1. L'Impossibile (Storia vera)


    Data: 05/12/2017, Categorie: Gay / Bisex, Autore: boysecrets, Fonte: Annunci69

    Il fresco che caratterizza le prime ore dell'alba all'improvviso avvolge il mio corpo. Sono ancora disteso nudo sul letto, nella stessa posizione in cui mi hai lasciato e che perso nei ricordi ho mantenuto. Sei andato via uscendo dalla finestra lasciandola aperta, l'hai scavalcata e come un amante clandestino sei scappato via, col tuo modo di fare da sbandatello che ti ha sempre contraddistinto e che adoro. Sono qui a pensare come sia potuto accadere tutto ciò, come è stato possibile che tu fino a qualche istante fa eri qui con me a rendere vero ciò che da anni sognavo, che mi torturava la mente nei giorni seguenti la tua comparsa nella mia vita, a rendere possibile l'impossibile. In un caldo pomeriggio estivo di sei anni fa facesti la tua comparsa fra di noi, qualcuno dei miei amici già ti conosceva e loro mi presentarono a te: piacere Gianluca dissi, Giulio replicasti tu porgendomi la mano. Eri appena diciottenne, abbigliamento in pieno stile hip-hop, cappellino di traverso sui capelli biondi e occhiali che ti levasti avvicinandoti a me scoprendo l'azzurro dei tuoi occhi. Ora sto pensando a quel momento, al fatto curioso che non mi accorsi subito della tua bellezza, forse perchè ai miei occhi mi sembrasti un ragazzino spocchiosetto e ora sto ripercorrendo le tappe che mi hanno portato all'adorazione che nutro nei tuoi confronti. Nei mesi seguenti ebbi modo di conoscerti meglio, di conoscere te e sopratutto la storia con la tua ragazza con la quale sei ancora molto ...
    legato, con la quale fra un pò andrai a convivere e alla quale anch'io sono molto affezionato dopo averla conosciuta e frequantata come tutti i nostri amici. Ricordo come fosse oggi quella sera quando entrando a casa tua, dovendo uscire con tuo fratello, sento la tua voce dall'altra parte che chiede chi fosse entrato, tuo fratello che ti rassicura dicendoti che ero io e una volta chiusa la porta d'ingresso tu che mi appari completamente nudo appena uscito dalla doccia mentre con la mano destra maneggi il tuo cazzo moscio ma bello grande ed io che scherzosamente ti di intimo di andarti a rivestire poichè non è modo di ricevere gli ospiti. Da quella sera in testa non ho altro che te, non ho altro che il tuo corpo magro ma ben difinito, lo splendore dei tuoi occhi azzurri nei quali mi perdo ogni volta che ti ho davanti, i tuoi biondi e morbidi capelli con i quali mi sfioravi affettuosamente la faccia quando nei mesi successivi siamo diventati molto amici. Ma sopratutto non facevo altro che pensare al tuo arnese e a fantasticare immaginandomi chino davanti a te mentre mi inviti a prenderlo in bocca e andare in estasi. Conoscendoti meglio però mi resi quasi subito conto che ogni mio desiderio sarebbe stato "impossibile" da avverarsi. Ho avuto modo di scoprirti fortemente etero, fortemente maschio come quando all'insaputa della tua ragazza mietevi vittime fra i cuori, o meglio, fra le fighe di molte ragazze. Adesso sento che fuori sta piovendo. Chissà se andando via da qui hai fatto in ...
«1234»