1. Claudia ti amo


    Data: 06/12/2017, Categorie: etero, Autore: iodinotte, Fonte: EroticiRacconti

    Sono ancora io, il marito di Claudia. Dopo la mia fantasia al cinema voglio raccontarvi quest'altro sogno che faccio spesso ultimamente. Abitiamo in una piccola cittadina sul mare e le giornate passano lente tra lavoro e impegni familiari alle prese con le continue bizze dei nostri figli adolescenti. Mia moglie ultimamente è piu' elettrica dal punto di vista sessuale e questa cosa ha riacceso in me un fuoco che non sentivo piu' da tanto tempo. Nel sogno ci siamo noi due che approfittando di una domenica di bel tempo siamo partiti verso l'interno, lontani dal trambusto delle spiagge affollate, direzione monti dell'appennino. Ci siamo fermati a pranzo in una piccola trattoria dove si trova ancora il pecorino ed il ciabuscolo casarecci, un vinello della casa e delle tagliatelle fatte a mano degne della migliore cucina italiana. Mentre eravamo a tavola io stuzzicavo mia moglie strusciando la mia gamba alla sua sotto al tavolo e lei sembrava gradire. Di fronte a noi un altro tavolo si gustava la scena. Erano una bella signora bionda con suo marito, un uomo sulla sessantina, molto piu' anziano di lei. Lei avra' avuto a dir tanto quarant'anni, media statura, occhi chiari e magra come le modelle alle sfilate di moda. Un culetto rotondo era il suo punto forte e le labbra carnose che si inumidiva spesso con la lingua. Ci guardavano e sembrava parlassero di noi. Claudia che è piu' ingenua di me non si accorgeva che la bionda mi fissava e il suo vecchio marito sembrava esserne ...
    complice. Mangiata una bella zuppa inglese io e un tiramisu' mia moglie, vado in bagno e dico a Claudia intanto di chiedere il conto. Entro nel cesso degli uomini, slaccio i pantaloni, sto per urinare quando sento la maniglia della porta girare. Per fortuna che mi sono chiuso dentro penso quando vedo un bigliettino passare sotto l'anta. Lo raccolgo e leggo: "Volete venire al mio villino tu e tua moglie per fare un po' conoscenza? La mia signora è rimasta colpita dalla vostra complicita' e vorrebbe fare amicizia." Lo stimolo di urinare mi è passato di colpo, esco dal bagno e torno al tavolo e vedo mia moglie parlare con la signora bionda che si era presentata a lei e le due ridevano e scherzavano. "Ti presento Susanna" disse Claudia ed io porsi la mia mano alla bionda signora che mi sorrideva educatamente. Il marito intanto era alla cassa a saldare il conto e da lontano fece un cenno con la testa. Usciti dal locale ci siamo presentati, eravamo un po' allegri per il pranzo ed il vino fresco che andava giu' che è un piacere e i due ci invitarono a casa loro che era a pochi km. Guardo mia moglie che conosco come me stesso e leggo nei suoi occhi l'espressione " Perchè no? " "Vi seguiamo allora" dissi io avviandomi alla macchina. Durante il tragitto chiesi a mia moglie se facevamo bene e lei mi disse che non c'era niente di male e che sembravano persone a modo. Arrivati a destinazione ci trovammo davanti una bella villetta con giardino, tutta recintata e con un panorama bellissimo, si ...
«123»