1. In cerca di lavoro cap.5 Camilla parte


    Data: 06/12/2017, Categorie: trans, Autore: St883, Fonte: EroticiRacconti

    Ormai è una settimana che Sonya non faceva altro che baciarmi e segarmi ma non ero mai riuscito ad arrivare li sotto per un modo o un'altro nulla tranne che si puntava sempre con il suo culo sul mio uccello e spingeva forte, una volta mi prese la mano e si fece infilare un dito nel culo tanto che pensai che avesse il ciclo e idem la sera quando finivamo si andava sempre di corsa. Quella mattina diedi di nuovo un passaggio a Camilla come al solito era nel suo splendore tutta nuda e con quel bastone tutto dritto si vestì e come al solito sborrò nella mia macchina poi mi disse -lo sai che è l'ultimo passaggio che mi dai tra due giorni parto vado in Calabria a Tropea -ma che davvero io sono di quella zona -dici sul serio? Sai ho deciso di lavorare in un appartamento e ricominciare giù, sono stanca di stare in strada. E scusa per la prima volta che ti ho fatto eccitare, Sonya mi ha detto di come stavi al bar... E si fece una risata dandomi un bacio, aggiunse poi: -ancora non ho trovato un appartamento visto che tu sei di giu e così carino con me non è che potresti cercarmene uno. -certo ho un amico che ha un po' di appartamentini verso il centro dopo lo chiamo. Al che mi si avvicinò dicendomi se finalmente poteva ringraziarmi di tutte le volte che la aiutai, andò per sbottonare i pantaloni ma gli misi una mano come per impedirglielo ma questa volta non si tolse dicendo che voleva lasciarmi un ricordo di lei con un po' di forza levò la mia mano si chinò e cominciò farmi un ...
    bocchino che mai avevo provato mentre gemeva dal piacere... -mmmmm che belo cazo mmmmm sai come è succoso Io non potevo far altro che gemere -haaaa haaaa più giù così brava haaaa Poi con due colpi di lingua sul filetto e sul buco della cappella, gridai -vengo haaaaaa haaaaa -mmmmm che buono mmmm tesoro si così sbora tanto tu per me siiii mmmm bevo tutto io. Assurdo ma lo bevve tutto fu il più bel bocchino che ricevetti e per assurdo fu di una trans. Arrivati al bar Camilla salutò Sonya -ciao scappo a casa ho sonno ci vediamo dopo, Roberto ha promesso di aiutarmi per casa -ok Sonya mi guardò con un sorriso 32 denti -smack sei un tesoro dai andiamo così ci sbrighiamo e saliamo ho voglia della tua crema Solo nel sentire quelle parole l'uccello mi tornò duro entrammo in ascensore la sbattei addosso alla parete e cominciai a premere dietro di lei. Entrati in ufficio entriamo nella mia stanza e Sonya come impossessata mi cala i pantaloni e si getta sul mio cazzo mi ci sputa sopra e comincia un pompino a dir poco divino ancor meglio di quello di Camilla mi lecca tutta l'asta, la cappella, le palle poi comincia a giocare con la lingua con il filetto e lo rifà sparire nella sua bocca, si bagna il dito con la saliva e comincia a giocare con il mio buco del culo senza entrare e non posso far altro che riempirgli la bocca di sborra, al che si alzò e cominciò a baciarmi dolcemente dicendomi che stava cominciando ad affezionarsi a me. Comincio sbottonargli la camicetta quando sentiamo chiudere la ...
«123»