1. IL COLLEZIONISTA DI CAZZI.


    Data: 06/12/2017, Categorie: Gay / Bisex, Autore: cicciobear, Fonte: Annunci69

    ( fornito di tavoli, divani, cuscini e tappeti), vietato appartarsi in camera SENZA SBORRARE. - MISURAZIONE DELLA QUANTITA’ e QUALITA’ dello sperma dei partecipanti: al momento della sborrata si doveva fischiare e l’organizzatore sarebbe accorso a prelevare, in una apposita provetta, la sborrata poi contrassegnata con il numero del concorrente. - Durante la notte non ci si poteva recare nelle camere degli altri, al massimo si poteva fare sesso con coloro che erano in camera. - Al mattino era previsto un gioco: ogni partecipante avrebbe scelto di fare ad un altro partecipante qualcosa di particolare, esclusa la penetrazione e l’eiaculazione (il regolamento del gioco verrà consegnato al momento) - Prima del pranzo conclusivo, ci sarebbe stata l’assegnazione del cock ring al vincitore. - Il premio sarebbe stato ‘consumato’ nel pomeriggio, dopo che tutti erano partiti. Venne il giorno fissato, era una bellissima giornata di metà maggio. L’agriturismo in toscana era perfetto, bellissima posizione, grandi spazi comuni, bellissime camere, grande igiene e soprattutto molto essenziale. Arrivarono 48 persone delle 60 iscritte, ma come da accordo avrei restituito il 60% del bonifico ai non partecipanti che avevano versato la quota d’iscrizione. Tutto si svolse con tranquillità, l’iscrizione fu un momento molto divertente, alcuni si conoscevano per incontri precedenti, e molti scherzavano sulle rispettive misure e già si parlava di vincitori. Ad un certo punto arriva un tipo molto ...
    bello, era un italo-americano 1,95 di altezza, con una canottiera da cui uscivano muscoli, un viso da set pornografico, ma soprattutto un pacco da far paura, poco bear ad eccezione di un po’ di pelo sul torace. Al momento dell’iscrizione io già speravo che fosse il vincitore, si iscrisse con il nome di Alan. Erano ormai le 17, tutti erano arrivati, iscritti, avevano preso le camere e si erano recati nudi nel Salone conferenze. Chiusi il cancello dell’agriturismo, andai nella mia camera mi spogliai, presi l’elenco degli iscritti e mi recai nel Salone per fare conoscenza dei partecipanti al mio ‘Concorso’. Quando arrivai nel Salone sgranai gli occhi, uno vero spettacolo era davanti ai miei occhi: 48 uomini completamente nudi, che giravano per il salone con in mano i bicchieri, che facevano conversazione tra loro. Il numero era perfetto, infatti tra i partecipanti c’erano tre miei amici che mi avrebbero aiutato a giudicare i partecipanti e a gestire il tutto, tra questi c’era anche Ronald, che era venuto dall’America per partecipare al grande evento. A questi miei amici avevo promesso che in qualche modo lì avrei fatti divertire. Giravo anche io tra i concorrenti per vedere i loro corpi e dare un’occhiata alle rispettive dotazioni. Ma notai un certo malumore tra i partecipanti, notavo che alcuni erano scocciati da qualcosa, ma non riuscivo a capire il motivo, il regolamento non prevedeva di interagire con l’organizzatore e non potevo sapere cosa fosse la causa del malumore Quando mi ...