1. Michele il mio ex e amico di mio marito 24


    Data: 07/12/2017, Categorie: Cuckold, Trio, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Racconta FraDal momento che avevo avuto il permesso da Michele di scopare con Franco, per addestrarlo e farlo poi scopare con noi, dovevo trovare il modo di fargli frequentare casa nostra, senza insospettire mio marito. A me Franco piaceva, ci volevo scopare, certo, mi direte che potevo farlo venire a casa quando mio marito non c'era, e farmi sbattere come facciamo tutte, ma come avrete capito, a me piace di più farlo con mio marito presente, e quando dico presente, non necessariamente consapevole e partecipante, anzi, a me piace che mio marito sia amico dei miei amanti, si incontri con loro, che si fermino a parlare, o prendere qualcosa al bar, e magari loro a sua insaputa hanno appena finito di scoparmi nel suo letto matrimoniale. Non volevo che lui pensasse che Franco venisse solo per me, anche perchè dopo l'incontro al cinema e dopo che io la sera, scopando con mio marito, nelle nostre fantasie avevo dimostrato che mi sarebbe piaciuto più scopare con Franco che con lui, era facile che lo pensasse, è cornuto mica scemo ! Allora sapendo che Guido è amante della fotografia, e in particolare di quelle nelle quali io, provocatoriamente mi metto in mostra, dissi a Franco di comperarsi una macchina fotografica digitale moderna e chiedere a mio marito di farsene insegnare l'uso. Ci avevo visto giusto, perchè questa soluzione si rivelò determinante per i nostri obiettivi. I primi giorni Franco, prima veniva e mi scopava ben bene, poi andava via e ci ritornava quando lui era in ...
    casa, senza che sapesse che Franco ci era già stato e che si era chiavato la moglie. Naturalmente noi, in sua presenza ci limitavamo a toccarci e farci dei segnali con riferimenti ai nostri desideri o a ciò che avevamo fatto in sua assenza, quando poi andava via, ero io che lo accompagnavo alla porta e ci facevamo qualche pomiciata nell'ingresso, oltre a quelle che ci facevamo davanti a lui, mentre era distratto dalla macchina fotografica. Franco non perdeva occasione di mettermi le mani fra le cosce, inserimento che io naturalmente agevolavo. La seconda volta che Franco venne a casa per farsi insegnare l'uso della macchina fotografica, mio marito non volle perdere l'occasione di far vedere a Franco come doveva fare le inquadrature, e il figlio di puttana, siccome aveva bisogno di qualcuno da inquadrare e fotografare, mi disse di sedermi sul divano difronte a loro. Io, sapendo dove voleva arrivare, prima di sedermi mi sollevai totalmente la gonna, con la scusa che si spiegazzava, accavallai le cosce, e feci in modo, che sotto la coscia accavallata si vedesse anche la pacca del culo. A mio marito, da come mi sorrideva, si vedeva che la cosa gli era piaciuta, in quanto, certamente avrei fatto diventare duro il cazzo del suo amico, ma il coglione non sapeva, che in sua assenza, io quel cazzo me lo ero fatto sborrare sia in bocca che nella fica. Poi mio marito per migliorare l'inquadratura, lasciò la macchina fotografica a Franco e venne a sedersi vicino a me, e per stringere il ...
«1234»