1. La doccia del "dopo".


    Data: 07/12/2017, Categorie: Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    suo, non è il solo a "lavorare". Dopo i primi momenti di smarrimento dovuti al suo ingresso, anche lei fa la sua parte, collabora nel movimento avanti e indietro…avantie indietro.Lui: fino a che le SUe mani le afferrano ancora ai fianchi, la punta arretra, esce, si riappoggia al suo buchiniospinge, rientra, e non si ferma, lenta ma inesorabile l'asta rientra in fondo a lei.Lei: il suo buchino, dopo una, due, tre volte che ha ricevuto la visita del cazzo ha ripreso la sua dilatazione di poco prima, quando si era di là sul letto.Lui: la sua spinta non trova resistenza ma avvolgimento. Ma quando arriva a spingere in fondo, fino alle palle, il respiro di lei è ugualmente mozzato.Lei: è sempre mozzato quando arriva a quel punto e lui lo sa e adesso, li in quel box doccia il respiro viene accompagnato dalla sua testa che tira in su, assieme allo sguardo che poi la porta a socchiudere gli occhi e spingere contro la parete.Lui: il suo movimento è più lento, più dolce di prima, di quando l’ho presa con tutta la passione che aveva.Il suo sesso però è altrettanto gonfio e rigido, e la riempie completamente senza più affannarsi a rientrare e riuscire velocemente ma accarezzando il fondo del suo corpo e pulsando dentro.Lei: la sensazione che lui sta provando la conosce, gliel’ha raccontata diverse volte. Sente la sua carne che viene avvolta totalmente dal buco. Non è solo l'anello iniziale. Adesso, una volta dentro, sente stringere tutto, dalla base su...fino alla punta, una stretta ...
    continua che lei aumenta stringendo le natiche, stringendo il suo culo bellissimo tendendo i muscoli, che sa che lui adora.Lui: a volte sembra quasi far male la stretta di lei ma questo lo fa continuare ancora di più. E appena lei si rilassa di nuovo gli dedica una spinta più lunga, dalla punta alla base.Lei: le spinte fanno fa in modo che dalle sue labbra escano mugolii di dolore e piacere uniti assieme.Lui: riaffonda dentro stringendole i fianchi e muovendosi in cerchio contro di lei. La forma stupenda del culo contro il suo ventre teso è un’immagine bellissima.Lei: a volte mentre lui si ferma è lei a muoversi anzi, a spingere indietro prendendo tutto, come una monella che vuole il suo gelato.Lui: quando se ne accorge rispondo con altre spinte sollevandola ancora sulle punte prendendole con una mano i capelli bagnati e raccogliendoli in una coda...e ogni volta che fa così sente i suoi gemiti diversi, con un tono più aperto, che ricorda quelle cagnette piccole e dispettose che abbaiano.Lui: arretra ancora...scivola lentamente fuori e poi la mano lava il sesso durissimo sotto il getto caldo dell'acqua...prima di appoggiarsi sulle piccole labbra, aperte dall'eccitazione, e di affondare velocemente in un unico movimento.Lei: le labbra sono subito pronte, come una porta la cui proprietaria ha lasciato volutamente aperta sapendo che stava arrivando una visita gradita, di una persona di casa.Lui: la prende con passione, anche qui senza eccedere in velocità ma lasciandole il modo di ...