1. Spiando mia moglie 9


    Data: 07/12/2017, Categorie: Tradimenti, Autore: maritotradito, Fonte: Annunci69

    Dopo averci dormito su una notte, Barbara non sembrava estremamente turbata da quello che era successo. La domenica, appena si allontanò da casa, uscii fuori dal mio nascondiglio e mi precipitai a simulare il mio ritorno. Rientrai così nei panni del marito geloso ed appena la vidi mi sincerai di come aveva passato la settimana e se la cena di classe era stata un successo. "Ma certo tesoro che la cena è stata fantastica, non poteva essere altrimenti! Li ho trovati tutti molto simpatici e possiamo dire in ottima forma fisica!!" "Mi stai dicendo che li hai visti nudi?" "Ma va scemo cosa vai a pensare! Intendevo che li ho visti bene!" Appena rientrati le chiesi di nuovo se voleva scopare e lei ancora una volta mi rifiutò. "Se continui a chiedermelo prolungherò ancora di più la tua astinenza. Hai voluto scommettere con me, forse non ti ricordi più che sono cocciuta!" "Dai ti prego voglio scoparti, ho il cazzo in fiamme!" "Ok, l'hai voluto tu! Non te la darò per un'altro mese e questa caro mio è una promessa! Se hai tanta voglia di sfogarti vatti a fare una sega in bagno." Me ne andai in bagno con la coda tra le gambe ma non a farmi una sega. Mi feci una doccia bella rinfrescante ma ripensando a quanto era successo in questi ultimi tempi mi venne duro ed alla fine decisi di farmela. La sentii trafficare in camera da letto e quando uscii la vidi piegata in due dentro l'armadio intenta a nascondere qualcosa. Non appena mi sentì si tirò su e in tutta furia chiuse a chiave la porta ...
    dell'armadio. Gli chiesi cosa stesse facendo ma mi rispose che stava solo mettendo a posto. Sapevo che stava nascondendo le borse che aveva comprato con Carlo. Uscimmo e passammo la domenica come una comune coppia qualsiasi. Ovviamente per farmi pesare ancora di più l'ulteriore mese di astinenza, come disse lei, si vestì provocantissima. Indossò un miniabito nero con una profonda scollatura sul davanti fino all'ombelico, al di sotto della scollatura il vestito aveva un cerchio sul quale si attaccava la stoffa del vestito lasciandole scoperta anche una porzione di pelle sotto-ombelicale. Ovviamente per coronare il tutto non indossò il reggiseno. Andammo in un centro commerciale della zona e passeggiammo in mezzo alla gente che ci fissava, quando con invidia, quando con disprezzo ed ovviamente con enorme eccitazione nei confronti della mia signora. Mentre stavamo osservando una vetrina ci viene addosso un uomo e Barbara cadde per terra; un pò scocciato mi protesi per rialzarla ma lui fu più svelto di me e le tese una mano. Lei riluttante e con lo sguardo sbarrato accettò di farsi rialzare. Guardai per la prima volta l'uomo in faccia e riconobbi immediatamente Carlo. "Mi dispiace molto, non ho fatto apposta, sono scivolato. Si è fatta male?" "Non c'è problema, sto bene grazie. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Andiamo caro?" La sua voce fremeva di paura. "Sei sicura di star bene amore? Aspetta qui che vado al bar a prenderti un bicchiere d'acqua." Mentre mi allontanavo indossai ...
«123»