1. Frau Gisele 2


    Data: 07/12/2017, Categorie: Orge, Autore: kawa7, Fonte: Annunci69

    E' proprio vero che le storie vere hanno sempre un seguito maggiore rispetto a quelle dichiaratamente di fantasia, sarà per le sensazioni che destano in chi le legge, ma soprattutto in chi le scrive. Sono 3 giorni che ripenso a certe situazioni che vissi con frau Gisele, non la vedo da quasi 10 anni, dopo che di comune accordo, e non con poco rammarico almeno da parte mia, decidemmo che la nostra storia d'amore finisse. Si ho proprio scritto amore, furono 12 anni di incredibili esperienze, non solo sessuali anche se perennemente protagoniste, ogni ponte o vacanza andavo da lei o ci trovavamo a metà strada in un resort in Austria. Ancora oggi quando per lavoro passo l'uscita di Villach mi si inumidiscono gli occhi per l'emozione e........il cazzo diventa di marmo. Passai dai 17 ai 29 anni con lei, mentre lei dai 37 ai 49. Non fù, fortunatamente, il classico rapporto mancata madre e ipotetico figlio, ma un rapporto di continua crescita e stimolo per entrambi. Le litigate erano memorabili, sia per motivi e modi. Quando si fissava come si suol dire era più facile metterglielo in c........che farle cambiare idea, ma ci amavamo e tutto passava. Con lei passai i vari momenti, militare (che guaio quando al giuramento la presentai a miei,non sapevano l'età, mia madre non vi dico, mio padre e resto della famiglia che ridevano), patente, inizio attività di lavoro e così via. Nell'agosto del 99 andammo in vacanza in moto, lei con un bmw del dopo guerra ed io.........indovinate....con ...
    il kawa. Germania, Belgio, Danimarca, Svezia, Norvegia, tutti i fiordi e più. Indimenticabile come quella volta di cui adesso vi racconterò. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Arrivammo a sundsvall, a metà della Svezia, non trovando hotel causa fiera campionaria, ci indirizzarono a circa 20 km in un bad and br. di una coppia. Il posto era degno di nota, lago, pini a perdita d'occhio ed una pulizia e cortesia incredibili. Subito notammo che alcuni ospiti, tutte coppie giovani e meno, erano nudi. Gisele con la sua tuta in pelle era come un elefante in un negozio di ceramiche. Dentro al piccolo bungalow ebbe una delle sue immemorabili sfuriate, andiamo via abbiamo la tenda io mi vergogno e così via. Riuscì a calmarla convincendola che saremmo rimasti sempre dentro. Dimenticatomi di alcune cose in moto, uscì vestito e la titolare mi venne incontro invitandomi per la cena gratuita che offrivano alla nuove coppie. Insomma tra l'incudine ed il martello. Tra preghiere e assicurazioni varie andammo pure noi. La scena appena entrammo fù stupenda. Tre coppie, oltre noi, abbastanza giovani e nude, si completamente come mamma li fece. Non vi dico Gisele, schiumava rabbia, sebbene esibizionista (v. primo racc al cinema porno) non era di quella fattura. Mentre mangiavamo l'atmosfera fortunatamente divenne piacevole e allegra, tutti laureati e oltremodo colti nei modi di fare. Parlammo e ridemmo e Gisele iniziò a sciogliersi. Come un fulmine a ciel sereno, Andrea un donna svedese, ma ...
«123»