1. Toilette area di servizio


    Data: 11/12/2017, Categorie: Gay / Bisex, Autore: apbsxmi, Fonte: Annunci69

    Stavo viaggiando da oltre 4 ore alla guida ed il bisogno di fare pipì si faceva sempre più pressante e quando vedo che a 7km vi è un'area di servizio, decido che quello sarà il mio posto. Arrivo all'area non ci sono tantissime auto, forse perché sono quasi le 23; parcheggio, chiudo l'auto e mi avvio alle toilette. Mi dirigo verso gli orinatoi ma nel farlo, passo davanti ad un box semiaperto dove vedo uno che sta facendo anche lui pipì ma con pantaloni e mutande abbassate e le belle chiappe lisce in bella vista. Sono indeciso se proseguire o capire se quello che sto vedendo è un invito. L'uomo volta leggermente il viso verso di me, mi accorgo che è un ragazzo che avrà 19 o 20 anni ed incrociando il mio sguardo mi fa un sorriso poi torna a guardare ciò che stava facendo, anzi che ormai aveva finito di fare. Prendo la mia decisione: apro un po' la porta, entro e la richiudi dietro di me e come sono dentro immediatamente metto la mia mano destra su quelle magnifiche chiappe sode e lisce. Il ragazzo mi accoglie con un “mmmmm.....”, così decido di procedere verso il solco delle chiappe con la destra mentre con la sinistra impugno il suo cazzo che stava diventando duro. Trovo il buchetto e infilo senza troppi complimenti il mio dito medio fino in fondo, fino dove riesco. Il ragazzo fa un leggero scatto in avanti e si scappella completamente il cazzo che stavo stringendo nella sinistra. Gli faccio un ditalino anale con il medio della destra ed una sega con la sinistra: il cazzo è ...
    sempre più duro, l'anello dello sfintere inizia ad avere piccole contrazioni. Accelero sia la sega che il ditalino anale e dopo qualche minuto ecco ecco il frutto del mio lavoro: una bella sborratona che dirigo nella tazza della toilette. Il culo si stringe sul mio dito in segno di gratitudine; ho il cazzo durissimo così mi sfilo dal culo del ragazzo e lascio la presa con la sinistra. Mi slaccio i pantaloni e mi calo pantaloni e mutande. GA_googleFillSlot("Annunci_300x250"); Faccio piegare un po' in avanti il ragazzo, bagno le dita con la saliva poi la spalmo sul suo buchetto; prendo ancora della saliva e me la spalmo sul cazzo poi senza aspettare oltre, allargo con la sinistra le chiappe in modo da intravvedere il buchetto, punto la cappella al buchetto. Un primo movimento lento e breve per far allargare bene il buco in modo che la cappella possa entrare e quando sento che ormai ci sono, esco quasi tutto dal suo buco, lo afferro saldamente per i fianchi, attendo un attimo, poi.... un colpo secco e sono tutto dentro di lui. Ha il culetto bello stretto e lui ha un leggero lamento, ma quasi subito si porta la mano al suo cazzo che è ritornato turgido e sicuramente gli è tornata la voglia di una sborrrata. Faccio avanti e indietro uscendo quasi tutto per poi affondare in lui fino alle mie palle che sbattono contro le sue chiappe. Dopo qualche minuto accelero e sento che sta ansimando poi il suo buco si stringe sul mio cazzo ed inizia a sborrare; la stretta ha un'azione anche su di ...
«12»