1. IL FATTO E'


    Data: 12/12/2017, Categorie: Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Il fatto è che lui è molto più grande di lei. Venticinque, forse trenta anni più grande di lei. Anche di più.Il fatto è che è stata lei che ha chiesto di tornare.La prima volta, ne era consapevole, era stato un mezzo fallimento.Il fatto è che quella volta lei si era tirata indietro, sopraffatta dalla paura.Tuttavia, anche in quel caso, era stata lei a fare la prima mossa, quando si erano conosciuti.—————-- Quindi sei tu! Scusa, ti posso dare del tu?Roberto si era voltato, praticamente sicuro che quella voce alle sue spalle non stesse parlando a lui. E invece gli occhi scuri di quella moretta dai capelli lunghi e sciolti sulle spalle stavano fissando proprio il suo iPhone.Era una ragazza carina, piccolina, sicuramente giovanissima.- Perdonami, non ho resistito a spiarti mentre scrivevi il tuo nick sul cellulare… Sei tu che scrivi quei racconti… Scusa lo so che sembra impossibile, ma io ti leggo sempre… Quasi non ci credevo neanche io, ma sei tu, no?Roberto l’aveva osservata con un misto di sorpresa e fastidio, come se fosse stato colto sul fatto. Poi aveva ammesso:- Sì, sono io.- Mamma mia che culo, ho letto tutti i tuoi racconti.Il fatto è che, per l’appunto, Roberto non sembrava entusiasta di conoscerla, e che Luna aveva dovuto esporsi e sparare tutte le sue cartucce.- Mi posso sedere? Aspetti qualcuno?Roberto, quasi travolto dalla sfacciata intraprendenza della ragazza, si era scoperto improvvisamente a giocare sulla difensiva.- No, accomodati. Prendi qualcosa? Un caffè, ...
    una Coca?- Una Coca va benissimo, grazie. – aveva risposto la ragazza.Dal tono della risposta e dal sorriso che aveva accompagnato quel “grazie” Roberto aveva potuto registrare di non trovarsi di fronte né a una matta né a una coattella. E ciò non aveva fatto che accrescere le sue perplessità.- Io mi chiamo Luna, tu?- Io? Ah, già… Roberto…- Lo sai che i tuoi racconti mi hanno colpita? Sembri davvero un uomo appassionato. Ho letto anche il tuo blog, è bello, mi scombussola, dice molto di te e di cosa desideri, e a che livello di forza. – gli aveva detto Luna dopo pochi convenevoli. Glielo aveva detto prendendo un gran respiro e lanciandosi in una raffica di frasi. Avrebbe voluto chiudere gli occhi.Roberto ascoltava la ragazza con uno sguardo stupefatto. Sempre più incuriosito.- Grazie. No, davvero, i complimenti fanno sempre piacere. Mi hai un po’ preso alla sprovvista, ma… comunque grazie.- Ti posso chiedere una cosa intima?- Oddio, beh… dipende dal grado di intimità…- Quello che scrivi è fantasia e basta o c’è anche del vero?Roberto aveva riflettuto un po’ prima di rispondere. E aveva deciso di essere sincero, ma di puntare soprattutto sulla teoria. Teoria letteraria.- Non sono dotato di tutta questa fantasia, me l’hanno già fatta questa domanda. Tuttavia sai come si dice per la narrativa: “non è proprio tutto vero ma non è nemmeno tutto falso”. In genere mi mantengo vicino al vero, ma poi alcune cose le cambio, le taglio, le cucio…Luna l’aveva fissato e, senza sapere nemmeno ...
«1234...9»