1. Ho rubato il ragazzo a mia sorella 14


    Data: 12/12/2017, Categorie: Gay / Bisex, Autore: Aramis, Fonte: EroticiRacconti

    Mi scossero per svegliarmi. Aprii gli occhi ed il mio Giacomo mi stava scuotendo. "Cosa c’è?" Chiesi. "È il giorno del diploma, i tuoi genitori hanno detto di scendere per la colazione. Poi ti devi preparare." Mi lamentai. " Va bene." Giacomo stava passando il week end con me. I suoi genitori avevano accettato di permettergli di andare a scuola con noi per la cerimonia del diploma. Scivolai in un paio di mutande e pantaloni del pigiama. La cerimonia era programmata per l'inizio di pomeriggio e la festa che i miei genitori avevano progettato per me sarebbe stata subito dopo la cerimonia. Andai in cucina e mia madre mi servì la colazione, subito dopo lo fece con Giacomo e mio padre. "Quando avete finito uno va a fare la doccia e poi quando a finifo, va l’altro." "Possiamo farla insieme." Dissi senza pensare. "Nick! " detto mia madre. “Scherzavo" I miei genitori ci guardarono e Giacomo arrossì. "Giacomo può farla per primo." "Bene." Disse mio padre. "Nick, capisco che voi due probabilmente avete già fatto la doccia insieme, ma penso che sia imbarazzante per il tuo amico, non è una cosa saggia da fare." "Mi spiacente." Dissi io. "NessunÈ bene il Sig. WIllis." Disse Giacomo. Finita la colazione andammo in camera mia. Giacomo prese un asciugamano ed andò in bagno. Io cominciai a cercare i miei vestiti. Preparai camicia, cravatta e pantaloni, berretto e giacca. Sentii qualcuno entrare dalla posta d’ingresso, uscii dalla mia camera e sentii le voci dei nonni. Ritornai in camera e ...
    chiusi la porta. Sarei stato felice di vedere i miei nonni, ma questo voleva dire che c’era anche Alice ed io non avevo nessun interesse a vedere mia sorella per il momento. Giacomo ritornò in con un asciugamano avvolto intorno alla vita. Tirò via l'asciugamano e si ise un paio di mutande. "Non uscire ancora." Dissi io. "Ci sono i miei nonni e vuol dire che Alice è qui." "Posso chiudere la porta a chiave?" "Buon idea." Dissi dato che avevo una porta per il bagno nella mia stanza. Giacomo chiuse la porta a chiave come io prendevo un asciugamano e cominciai a togliermi i vestiti e li gettavo nella cesta. Diedi un bacio a Giacomo, andai in bagno e feci la mia doccia. Quando rientrai nella mia camera Giacomo era completamente vestito. Rapidamente mi vestii e fui pronto per andare. "Pronto? " Chiesi a Giacomo. "Ok, facciamolo." Giacomo ed io uscimmo ed andammo a salutare i nonni. "Allora, pronto per l’università?" Disse mio nonno salutandomi con un abbraccio. "Oh Nicola." disse mia nonna. "Siamo così orgogliosi di te." E mi tirò in un abbraccio. "Allora è questo l'amico?" Chiese mia nonna. "Sì." Dissi io. "Nonna, nonno questo è Giacomo." "Felice di conoscerti, Giacomo." Disse mio nonno stringendogli la mano. "Chiamaci Barbara e Paolo." disse mia nonna. Vidi Alice in un angolo della stanza. Sembrava oppressa da un peso, forse la gravidanza cominciava a mostrarsi. Aveva anche un'espressione strana sul viso mentre guardava Giacomo e me, uno sguardo che diceva che se avesse potuto ci ...
«123»