1. Mia cognata e le sue delizie


    Data: 13/12/2017, Categorie: Feticismo, Autore: Erik, Fonte: EroticiRacconti

    Mi presento mi chiamo Erik 30 anni,sposato da circa 3 anni ...mia moglie non mi fa mancare nulla in tutti i sensi ... ma da circa 5 anni ho un chiodo fisso...parto dal principio... Pre via del mio lavoro,la guardia giurata,mi capitava di fare le notti e la mattina quando rientravo a dormire mi capitava di scambiare qualche messaggio con mia cognata manuela di 21 anni ... all'epoca aveva 17 anni e io 25.. io premetto che sono un fissato dei piedi di donna tacchi calze velate ...tutta colpa di mia zia di quando ero piccino (racconterò in un altro racconto) ma cmq torniamo a noi.... mia cognata cioè la ragazza del fratello di mia moglie all'epoca 17enne era ed è una ragazza bellissima ... mora occhi castani capelli lisci e un bel fisico... ha un bel culo di quelli grandi da sculacciare e mordere per intenderci. . Cmq sia abbiamo subito avuto un buon rapporto... mi tratta come se fossi il suo fratello più grande..si confida e anche io.. parliamo di tutto e forse per questo tra un SMS e l'altro ,non ricordo bene come,ma è uscita la storia dei piedi ... è le ho confidato della mia passione ... che lei aveva dei piedi stupendi.. lei non conosceva questa passione era per lei inusuale ma cmq ho notato subito il lei una curiosità inocente... io devo dirla tutta da subito me lo fece diventare duro dal primo giorno che la vidi... ma cmq fatto sta che questa passione per i suoi piedi e non solo cresse negli anni .... nel frattempo mi sn sposato e abbiamo continuato a sentirci...ci son ...
    stati degli episodi che mi hanno fatto pensare ... nel contempo lei non era più innocente ma sapeva del potenziale che aveva addosso e appena poteva me lo faceva vedere stuzzicandomi ma senza mai andare oltre... fin che non arriviamo ai giorni nostri .... voglio raccontarvi di natale in famiglia... Tutti riuniti per il Natale ..vigilia a casa nostra.. io ero su nella mansarda al PC aspettando che arivasseto tutti... dalla scala in ferro sento un rumore di tacchi che sale gli scalini... già li inzio a senile caldo... il cazzo inizia ad irrigidirsi ma nn capivo chi potesse essere dato che eravamo a casa e come di consuetudine si usa un vestiario comodo... si apre la porta e appare mia cognata ... indossava una di quelle magliette larghe in lana tipo vestito color marrone chiaro a gonna... calze velate nero scure e delle decoltè dello stesso colore del vestito.. alla sua visione mi è scappata una risata e ho detto a media voce "sarà un lungo natale " lei mi sente e fa girandosi "eh si si". La.cosa che mi faceva eccitare a bestia era il fatto che lei si vestisse così perché sapeva che io la guardavo e melo faceva diventare duro e non per il ragazzo o altro... indossava i tacchi per farsi vedere da me e questo mi faceva impazzire... fatti sta che facevo finta di guardarla e non ..... l'unica cosa che volevo fare era sbattere alla.porta e scopermela. .. pensieri malsani peccaminosi. .. ma.eccitanti La.vigilia prosegue senza intoppi... fatto sta che sapete Come funziona si mangia e si ...
«123»