1. Remembering


    Data: 13/12/2017, Categorie: Scambio di Coppia, Autore: cpsarda50, Fonte: Annunci69

    No le foto non le rendevano giustizia. Dal vero Arianna era molto più sensuale e desiderabile, con un fisico tonico e prosperoso quanto basta e due occhi color del mare d’inverno che toglievano il fiato. Eravamo arrivati a quell’appuntamento dopo vari messaggi nei quali avevamo cercato di approfondire le nostre fantasie e verificare se coincidevano con le loro. Ora avremmo potuto verificarlo di persona. Quando avevano suonato alla porta io e Monica ci eravamo scambiati uno sguardo a metà fra il dubbioso e lo speranzoso, ma subito dopo tutto era stato superato dalla vista di Arianna e Renato. La prima impressione era stata positiva grazie alla loro capacità di metterci a nostro agio e di toglierci dall’imbarazzo iniziale che sempre in queste occasioni la fa da padrone. L’aver passato tanto tempo fra messaggi e chiacchiere ci permetteva di avere una certa confidenza e quindi l’atmosfera si era subito incanalata verso un divertente scambio di battute e di allusioni accompagnato da un calice dell’ottimo Prosecco millesimato che avevano portato. Quel fare scherzoso era poi proseguito per tutta la cena, aiutato e sollecitato anche da un paio di bottiglie di ottimo vermentino fresco svuotate in parti uguali da tutti e quattro. Così il trasferimento sui divani del salotto era sembrato il giusto e scontato proseguimento della serata, senza alcuna ansia o imbarazzo. Monica indossava un abitino nero che non nascondeva neanche un po’ l’esuberanza dei suoi seni, sui quali più volte ...
    Renato aveva deposto lo sguardo durante la cena. Forse per quello la prima cosa che fece fu di impossessarsene liberandoli dalla prigionìa del reggiseno ed accarezzandoli a lungo, pizzicando i capezzoli fra il pollice e l’indice per farli inturgidire prima di suggerli e mordicchiarli come desiderava fare da ore. Luigi nel frattempo massaggiava delicatamente la schiena di Arianna con un olio profumato, lasciando scorrere le mani sulla pelle di seta e andando di tanto in tanto a sfiorare il seno ancora nascosto dal reggiseno color grigio fumo che esaltava il candore dell’epidermide. I passaggi lungo la spina dorsale si alternavano a quelli verso le splendide natiche tornite e sode, scendendo poi sulle cosce fino all’incavo delle ginocchia per poi risalire su all’altezza del collo e delle spalle. Qualche volta la mano si insinuava leggera fra le natiche, andando a sfiorare con un dito il buchetto e la figa profumata racchiusa fra le gambe leggermente divaricate. In questi rapidi passaggi Arianna aveva come un leggero sussulto, e il respiro accelerava leggermente per poi tornare a rilassarsi. Sull’altro divano Monica era semisdraiata, la testa reclinata e gli occhi socchiusi, mentre Renato abbandonati per un attimo i seni si dedicava ora a baciare l’interno delle cosce sfiorando con la mano la figa ancora nascosta dagli slip. Di tanto in tanto gli sguardi delle due coppie si incrociavano, ed i primi mugolii di piacere coprivano per un attimo le note dell’ultimo Buddha Bar mentre uno ...
«1234»