1. La regina delle godute


    Data: 09/10/2016, Categorie: Tradimenti, Autore: misentocornuto, Fonte: EroticiRacconti

    Nell’immaginario maialesco le gang paiono le porcate più semplici da organizzare. Niente di più falso! Sono le più complicate! Non è sufficiente mettere insieme qualche porco per fare una gang soddisfacente per la troia! Per i porci può essere. Ma non per lei. Come potrebbe finire? Con quattro o cinque cazzi mezzi mosci che non la scopano e si limitano a dirle ma quanto sei troia e quanto sei puttana e prendi qui e prendi la. E lei che non prende niente!!! Mia moglie è testimone. Infatti molte gang sono andate buca, altre benino, altre bene e una superlativa. E’ di questa gang che voglio parlare. Sono in quattro e si propongono anche come singoli. Tutti piacenti e con parecchi feedback. Inoltre sono amici e si frequentano anche in occasioni di gang. Ben dotati, esperti e sufficientemente porci. Molto affini nei gusti. Il loro primario obiettivo? Far godere la troia! Possibilmente davanti al marito. Questa è la priorità durante una gang. Far godere la troia! Il loro piacere verrà di conseguenza. Come tutte la gang che si rispettino anche questa ha una sorta di “capo”, un coordinatore. I genere il più esperto.Lei lo conosce benissimo: è il suo bull preferito! La gang inizia benissimo. Siamo a casa del master, gli altri tre chiusi in altra camera. Ha chiesto lei che avvenga così: -Voglio prima conoscerli di cazzo!La benda la toglierò io quando avrò voglia!- Come dicevo prima lei ha già scopato con il “capo” ed ha goduto da impazzire. Potrebbe bastarle solo lui, ma stavolta ...
    vuole fare i pieno. Lei è in centro al letto. Bendata. Sente dei passi, loro sono già nudi co i cazzi in tiro. Lei è supereccitata. Con la mano brama a sentire cosa la aspetta. Ha un sussulto ad ogni cazzo preso in mano. Loro la toccano, chi si getta sul seno, chi le mette le mani in figa, chi il dito in bocca. Uno di questi ha una affermazione di stupore: -Cazzo quanto è già bagnata sta puttana!!!.- Lei non si fa pregare. Non è timida e reclama ad alta voce i cazzi in bocca. Iniziano a darglielo a turno mentre uno si getta sulla figa leccandola. Un suo primo urlo: un orgasmo. Sempre bendata si siede sul bordo del letto e si fa circondare dai porci. Avvicina gli uccelli in modo di averne due in figa. La sua mano rapidissima passa da un cazzo all’altro. La bocca vorace e le mani sulle palle. I porci ora sono certi: sanno di avere a che fare con una vera vacca da monta! Lei è sempre bendata. Una piovra di mani su di lei. Le spingono la testa fuori dal bordo del letto e le vanno a cavalcioni, una mano a coppa sulla testa ed il cazzo in bocca. Lentamente, molto lentamente lo affonda fino a farlo scomparire. Lo inghiotte tutto fino alla radice!! Scompare nella sua bocca!! Solo le palle le rimangono fuori!! Prima uno, poi un altro poi un altro poi l’ultimo!! Tutti nello stesso modo. Ora è lei che reclama: -Montatemi. Trattatemi da puttana, fatemi godere!.- Inizia un monta che definire animalesca è dir poco. Uno sopra di lei e gli altri intorno. Sono bravissimi ed affiatati. Come le ...
«123»