1. Per fortuna sono depilata


    Data: 11/08/2016, Categorie: Prime esperienze, Autore: romantica95, Fonte: EroticiRacconti

    Ho ventidue anni, sono la classica brava ragazza, ho iniziato l'università e vivo con i miei genitori. Durante le superiori tutte le mie amiche avevano iniziato a fare sesso e davano per scontato che l'avessi fatto anch'io e glielo ho lasciato credere; in realtà sono troppop timida e alle feste quando un ragazzo iniziava a farsi troppo avanti inventevo qualsiasi scusa peer andarmene. Non sono una santarellina ma ero ancora vergine. Le cose però sono cambiate un paio d'anni fa... Una sera durante un classico temporale estivo sento suonare al cancello... Pensavo che i miei genitori fossero tornati dalla cena con i loro amici, allorra vado ad aprire senza prestare attenzione a quello che indossavo: mutande e una maglietta un po' larga pronta per andare a dormire. Rimasi molto sorpresa quando vidi una persona in moto; era Luca un mio amico che era in giro quando è scoppiato il temporale. Gli dico di entrare e portare la moto sotto il portico intanto io andavo a prendere un asciugamano e dei vestiti asciutti, e ne aprofittavo per mettermi un paio di pantaloni. Non ha voluto cambiarsi i vestiti ma ha acettato l'asciugamano e di darmi la maglietta per metterla in asciugatrice. Avevo un sospetto su come fosse a petto nudo ma non immaginavo che fosse così mozzafiato: alto circa 1.80, spalle larghe, muscoloso al punto giusto e con i suoi capelli neri e gli occhi verdi faceva un gran bel effetto. Ci sediamo sul divamno e cominciamo a parlare, lui mi spiega che era a una festa e non ...
    ha fatto in tempo ad evitare la pioggia. Continuiamo a parlare per non so quanto tempo e ad un certo punto mi accorgo che le sue mani avevano iniziato ad accarezzarmi e in men che non si dica mi ritrovo tra le sue braccia senza alcun pensiero coerente se non la consapevolezza delle sue mani che facevano la spola tra le mie gambe e i miei seni e la sua bocca sulla mia e sul mio collo; iniziavo a sentire una magifica sensazione nel basso ventre unita ad un calore in mezzo alle gambe che rendevano facile capire cosa il mio corpo desiderava. Purtroppo la mia mente in un lampo di lucidità mi ricorda che i miei genitori potevano arrivare a casa da un momento all'altro quindi con uno sforzo sovraunmano mi stacco e glielo dico; lui capisce e ci rimettiamo a guardare la tv senza però rinunciare alle carezze. Dopo poco mi arriva un messaggio da mia mamma che mi diceva che sarebbero rimasti a dormire fuori. Ero felicissima perchè Luca era così sexy e dannatamente bravo e io ancora eccitata, ma anche terrorizzata perchè dopotutto era la prima volta ed ero piena di dubbi. Lui deve aver letto l'indecisione nei miei occhi e mi chiede le solite cose: "chi era? cosa ti ha sritto?" così glielo dico. -Bene così possiamo riprendere da dove avevamo lasciato... TERRORE PURO, dovevo dirglielo che per me era la prima volta? Allora mi alzo per staccarmi ma continuo a non sapere cosa dirli. Allora lui si alza e mi abbraccia -Cosa c'è Giorgia? Mi sembrava che prima non fossi così... nervosa. -Si hai ...
«1234»