1. Il compleanno


    Data: 03/12/2016, Categorie: Voyeur, Autore: Artemio plinsky, Fonte: EroticiRacconti

    Oggi è il compleanno di Valeria. Questo giorno è sempre una doppia faccia. Gioiosa festivo ma nel contempo leggermente tragico in quanto ella si sente invecchiare. E per alleggerire l'aria pesante, come sempre è sempre stato e la sprono a fare la ragazzina ribelle… Il caldo torrido la città è opprimente. Ci prepariamo ad uscire e Valeria non forte del suo stato fisico, indosso un paio di sandali tacco alto, una cortissima minigonna bianca e trasparente Che copre quel mutandine trasparenti Sim in pizzo, ed una camicetta di seta trasparentissima anche lei color carta da zucchero dalla quale si nota il reggiseno di pizzo debordante… Il caldo ci obbliga ad una sosta per un gelato. Lo compriamo e poi ci avviamo una di quelle panchine in marmo rotonde… Lei seduta, e io di fronte a lei che la sbircia stimolo ad aprire le cosce per fare un po' di spettacolo ed arraparmi. Tra un colpo di lingua e l'altro sul cono gelato, vicino a noi arrivano dei ragazzi che sfruttano anche loro l'ombra e la panchina. Uno di loro a uno di quei palloni di piccole dimensioni, e si vincono in quelle macchinette a gettoni. Schiamazzo e l'altro, si lanciano addosso questa palla… Un rimbalzo anomalo e la palla finisce vicino alle gambe di Valeria. Lei lo stop con il piede ed intanto ragazzo si avvicina per raccattarla ed una volta agguantata alzando lo sguardo si trova davanti le labbra carnose e la figlia di Valeria tutta rasata, che si comprimano nel pizzo delle mutandine trasparenti. Il ragazzo rimane un ... attimo basito. Poi fa un sorrisone, sì passo la lingua sulle labbra e sorridendo va verso gli amici. Si siede e racconta agli amici cosa ha visto. Ed ecco che cominciano a giocare a pallone proprio davanti a lei. Io con la scusa di cercare una bottiglietta di acqua, mi allontano. Dal colonnato di fronte, osservo divertito. In tutti modi i ragazzi cercano di coinvolgere Valeria nel loro gioco. Le tirano la palla, Vanno raccolte ma praticamente sotto alle sue gambe, ed intanto commentano divertiti . Valeria sta al gioco. E sempre da seduta, rilancia questa palla spalancando le cosce… Ogni volta, che labbra carnose della fica depilata, fuoriescono dal bordo della mutandina. Ad un certo punto ragazzo, si accovaccia di fronte a lei. Si presenta e cerca di instaurare un dialogo. Valeria è combattuta se mettersi a gambe incrociate e coprirsi o se continuare continuare in questo giochetto. Marco è un ragazzo spigliato e riesce a coinvolgerla… Lei mentre dialoga, apre e chiude continuamente le gambe… Questo movimento fa sì che la mutandina si stringa tra le carnose labbra... Marco si alza in piedi e dai leggeri calzoni di lino, si nota prorompente , in tutte le sue forme, un cazzo turgido. Le prendo una mano e la tira fino a farla alzare in piedi, ppo' con un dito, segue la scollatura della camicetta, sbottona la parte alta fino a far uscire il pizzo del reggiseno. I duri capezzoli Fanno capolino tra le trasparenti coppe. Mi sono riavvicinato ma non troppo per sentire cosa si dicono. ...
«1234»