1. Io & Lei


    Data: 30/12/2016, Categorie: Autoerotismo, Saffico, Dominazione, Sensazioni, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Era stata una lunga giornata di lavoro, ero appena rientrata in casa. Quando il cane mi corre incontro, giusto il tempo di qualche coccola e riesce a calmarsi. Finalmente a casa, lascio cadere i vestiti ai piedi del letto e stanca morta crollo. Quando lei torna fa piano è delicata non vorrebbe svegliarmi. Ma la mia voglia di possederla è più forte del sonno …Riesco a tirarla verso il letto il suo sorrisetto come per dire ancora sveglia? Bhè si … se tratta di scopare con tanta voglia sono la prima a svegliarmi e mandare a fanculo il sonno. Voglio lei. La abbraccio sbottono la sua camicetta bottone per bottone, baciandole il collo mi gusto il suo profumo dolce ma non troppo forte da coprire il suo meraviglioso profumo, la sua pelle ha un ottimo profumo. Amo assaporarlo con i baci e gustarlo fino in fondo al brivido più grande.Continuai a sfilarle la camicia, il suo seno era imprigionato nella morsa del suo reggiseno, stretto che quasi non la faceva respirare. Non ho mai capito il bisogno di quel reggiseno, visto la sua taglia perfetta e forma perfetta. Era una 3°, quando slacciai il reggiseno il suo sospiro di libertà, seguito da un brivido che le percorreva la schiena per le mie mani sempre fredde, era come se fosse liberatorio.‘’Amore non chiedermi di possederti, voglio fare l’amore con te ‘’La mia mano a sentire queste parole non riusciva a procedere, quando sento la sua di mano che corre a prendere la mia per accompagnarla fra le sue gambe. Ha alzato la gonna alla vita. ...
    Sotto ha un perizoma finissimo. La sua figa è bagnata, non riesco a non stuzzicarla. Quando mando un dito in esplorazione scivola umidamente fra le due labbra. Risalgo un po’ è sento il suo clitoride pulsare di passione. Sento il suo respiro quando mi soffermo qualche secondo in più.Mi alzo in ginocchio su quel letto le apro le gambe. Le faccio scendere i baci lungo le cosce. Le sue mani mi spingono la testa giù. Io non ho fretta, ma lei freme di voglia. Mi faccio desiderare un po’ strusciandomi su di lei. Mi bagna come io bagno lei. Ma poi impazzisco anch’io ho voglia di leccargliela e lei non aspetta altro che fare lo stesso con me.E lei difatti a prendermi e girarmi con la figa verso la sua faccia, sono a quattro zambe quando lei stirandosi verso di me, mi lecca velocemente la figa tutta bagnata. Ho un brivido infinito che percorre tutto il corpo. Quando vogliosa mi fiondo decisa sulle sue labbra, è depilata morbida, bagnata come piace a me. Lascio scivolare la lingua velocemente senza affondarla più di tanto, i suoi respiri mi piacciono. Affondo la lingua sento il clitoride, lo tentenno con la punta della lingua. Le piace non riesce a leccarmi o continuare a scoparmi con le dita come stava facendo. Le mie labbra imprigionano il suo clitoride e l’indice il medio e l’anulare le danno piacere dentro.Il suo giochino è nel cassetto, dopo essere esplosa già in un precedente orgasmo prima di me. Si alza, apre le gambe accogliendo dentro il cazzo gommato, poi lo lascia scivolare ...
«12»